ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Feed - CARABINIERI

Avatar utente
istillnotaffound
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mar ott 31, 2017 8:04 am

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da istillnotaffound » ven dic 06, 2019 11:40 am

naturopata ha scritto:
ven dic 06, 2019 11:24 am
staffy ha scritto:
ven dic 06, 2019 9:17 am
Buongiorno a tutti.
Scusate il disturbo mi è pervenuto questa sentenza della Corte dei Conti di Milano.
Da quello che ho compreso l'art. 54 spetterebbe anche a quelli che al 31/12/1995 non avevano 15 anni di servizio utile.
La Corte motiva sostenendo che il fatto stesso di appartenere al comparto sicurezza e pur avendo meno di 15 anni si s.u. al citata data comporta l'applicazione dell'art.54.
Secondo voi ho capito male.
L'interrogativo scaturisce dal fatto che mi sono arruolato 08/08/1983 e non arriverei ai 15 anni si servizio utile.
Credo possa interessare molti colleghi
GRAZIE
CdC Sez. 2^ d'Appello n. 394_2019 su art. 54. INPS perde..docx
Deve essere per forza così, perché se si considera non solo vigente, ma anche applicabile l'art.54, questo va applicato a tutti gli arruolati sino al 1995, anche per un solo anno. In questo caso, però, sorge un problema, ovvero il fatto che l'aliquota annua diventa determinante, ovvero spalmare il 44% su 15 anni o su 20. Se si consoliderà la frazione su 15, ovvero il 2,93% chi ha meno di 15 anni andrà a guadagnare, ma se si consoliderà la frazione su 20, ovvero il 2,2%, questo personale ci andrà a perdere, perché attualmente fruisce del 2,33% per anno. Quindi, avventurarsi in un ricorso ora, a mio modo di vedere è un azzardo, in quanto deve prima affermarsi il principio del 2,93% annuo.

Ecco, per fare un esempio, tu sei uno che rimarrebbe fuori per poco su tutto il 44%, però se avessi il 2,93% per ogni anno utile (14 anni e circa 8 mesi), praticamente avresti poco meno del 44% una sciocchezza, chi invece è arruolato già ai primi mesi del 1980, non raggiungerebbe i 15 effettivi e quindi 18 utili per essere retributivo pieno (fino al 2011 e poi misto) e quindi rientra nell'art.54, ma a conti fatti prenderebbe sulle quote A e B quanto te, avendo quasi 4 anni di servizio effettivo più di te. Non solo, tu essendoti arruolato dopo andrai a pensione più tardi, ma avendo magari la stessa anzianità contributiva avrai una quota C di 4 anni superiore e, paradossalmente percepirai una pensione più alta, non di poco, da chi per qualche giorno non è rientrato nel retributivo pieno. Forse spiegato così, si capirebbe meglio cosa significa "lucrare due volte" sul medesimo periodo di contribuzione, ma all'INPS non ce la fanno, come neanche i Giudici
.
Ma la Sezione Puglia non ha applicato il 2,2% annuo solo per gli anni fino al 31.12.1992?


Reality is a thing of the past.

Convenzionistituzioni.it
naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1519
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da naturopata » ven dic 06, 2019 11:54 am

Ma la Sezione Puglia non ha applicato il 2,2% annuo solo per gli anni fino al 31.12.1992?
[/quote]

Diamolo per assodato, ma li si è sempre nel calderone, perché il collega aveva 15 utili 1995 e quindi sempre tutto il 44% gli spetterà, magari è solo una questione di distribuzione fra quota A e B (anche se pure quella base pensionabile conta laddove la percentuale più alta vada sulla quota più alta, quindi non è così neutrale). Il problema è per chi ha meno di 15, per cui non si può fare a calderone e quindi avendo determinato, il 2,2% per ogni anno, questo dovrebbe valere per ogni anno utile, per ovvi motivi. Insomma quando si andrà a lavorare sulla quota annua (se sarà del 2,93%), in particolare sui <15, verranno fuori delle disparità mica da ridere.

Davide64
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 90
Iscritto il: ven apr 27, 2018 5:34 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da Davide64 » ven dic 06, 2019 1:02 pm

Buongiorno,
forse qualcosa comincia a smuoversi?
Lettera Ministri dell'Economia, Difesa e Lavoro.pdf
Solo i moderatori e gli Utenti del gruppo Sostenitori possono visualizzare i file allegati.

Avatar utente
istillnotaffound
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mar ott 31, 2017 8:04 am

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da istillnotaffound » ven dic 06, 2019 1:34 pm

naturopata ha scritto:
ven dic 06, 2019 11:54 am
Ma la Sezione Puglia non ha applicato il 2,2% annuo solo per gli anni fino al 31.12.1992?
Diamolo per assodato, ma li si è sempre nel calderone, perché il collega aveva 15 utili 1995 e quindi sempre tutto il 44% gli spetterà, magari è solo una questione di distribuzione fra quota A e B (anche se pure quella base pensionabile conta laddove la percentuale più alta vada sulla quota più alta, quindi non è così neutrale). Il problema è per chi ha meno di 15, per cui non si può fare a calderone e quindi avendo determinato, il 2,2% per ogni anno, questo dovrebbe valere per ogni anno utile, per ovvi motivi. Insomma quando si andrà a lavorare sulla quota annua (se sarà del 2,93%), in particolare sui <15, verranno fuori delle disparità mica da ridere.
[/quote]

il 2,2% per ogni anno, questo dovrebbe valere per ogni anno utile, per ovvi motivi.

Quali sarebbero questi ovvi motivi?
Reality is a thing of the past.

naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1519
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da naturopata » ven dic 06, 2019 6:47 pm

Quali sarebbero questi ovvi motivi?
[/quote]

La quota A è fino al 1992 e quindi il GUP Puglia la determina sino a quell'anno e poi per differenza c'è la quota B dal 1993 al 1995. Alla fine senza elucubrazioni mentali è lo stesso discorso del 2,93%, solo che qui, anziché fare 2,93% sino al 1992 e per la differenza avere la quota B, hanno cumulato quota A e B e quindi sino al 1995 (cosa non proprio lineare).

Avatar utente
istillnotaffound
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mar ott 31, 2017 8:04 am

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da istillnotaffound » ven dic 06, 2019 8:10 pm

@naturopata ah meno male che in uno sprazzo di lucidità hai visto che è una "cosa non proprio lineare". Fai ben sperare....
Reality is a thing of the past.

naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1519
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da naturopata » sab dic 07, 2019 10:51 am

istillnotaffound ha scritto:
ven dic 06, 2019 8:10 pm
@naturopata ah meno male che in uno sprazzo di lucidità hai visto che è una "cosa non proprio lineare". Fai ben sperare....
Non proprio lineare,perché per me la forma è sostanza, deve avere una logica. Riporto quanto affermato dall'Avv. Vitelli:

Leggo (more solito) le interpretazioni più strane e fantasiose rispetto al criterio del 2,9333% annuo.
Ebbene, seppur non esplicitata in modo espresso ed inequivoco (come invece accade per le sentenze CDC PUGLIA sull'altra soluzione del 2,2%), DEVE RITENERSI ASSOLUTAMENTE PACIFICA LA CIRCOSTANZA CHE LA RELATIVA RIPARTIZIONE PREVEDE L'APPLICAZIONE DEL 2,9333% SOLO AGLI ANNI FINO AL 1992 (QUOTA "A") ED ANCORA PER DIFFERENZA CON LA PERCENTUALE COMPLESSIVA DEL 44% DAL 1993 AL 1995 (QUOTA"B"), esattamente come rileva per la teorica distribuzione vigente per l'altro sistema, appunto, del 2,2%.

Esempio sempre di anni 12 utili al 1992 e 15 e mesi 7 utili circa al 1995:
- quota "A" = 2,9333 X 12 = 35,20%;
- quota "B" = 44 - 35,20 = 8,8%

Non so se ora finalmente sia chiaro che il 2,9333% al 1992 dà il 35,22 di quota A, per differenza la quota B è l'8,8% che però non è altro che il 2,9333% per 3 anni ovvero la differenza fra il 1992 e 1995. Gli anni utili che eccedono i 15 sono neutri, valgono 0%. Invece per il 2,2% non è proprio così perché se moltiplico il 2,2 su 12 al 1992, avrò 26,4% per la quota A, mentre per differenza avrò il 17,6 che però spalmato per 3 anni (dal 1992 al 1995) è pari al 5,87% e non 2,2, con questo affermandosi la non neutralità degli anni utili oltre il 15 e dovendosi fermare poco prima dei 18, il 44% non verrebbe raggiunto per almeno il 4,4%, ovvero la differenza fra circa 18 anni utili e 20.

Avatar utente
istillnotaffound
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mar ott 31, 2017 8:04 am

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da istillnotaffound » sab dic 07, 2019 11:03 am

Infatti il 2,2% è una stronzata a priori. Se ci viene applicato l’art. 44 che afferma che a 15 anni si matura il 35% e pertanto l’INPS logicamente fa 35:15=2,33 non vedo perché se l’art. 54 afferma che sempre a 15 anni di matura il 44% allora si dovrebbe procedere in divisioni funamboliche invece di (altrettanto logicamente) procedere simulatamente alla stessa operazione con la sola variazione dell’aliquota (44:15=2,93). È fin troppo elementare, Watson?
Reality is a thing of the past.

Avatar utente
istillnotaffound
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mar ott 31, 2017 8:04 am

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da istillnotaffound » sab dic 07, 2019 11:09 am

E altrettanto infatti le Sezioni Centrali (una ventina di Giudici) più un’altra cinquantina di Giudici sparsi per le Sezioni Regionali oltre ad accogliere ricorsi per l’art.54 non si inventa divisioni funamboliche ma si attiene alla legge ed alla logica. Salvo che come asserisci questa settantina di Giudici siano vittima di una allucinazione collettiva mentre i soli 4 Giudici in tutta la penisola che continuano a respingere i ricorsi siano i portatori delle Tavole della Verità ricevute dal Sommo e che cercano di svegliare le nostre coscienze per salvarci l’anima. Amen.
Reality is a thing of the past.

elciad1963
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 365
Iscritto il: lun apr 25, 2016 10:34 am

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da elciad1963 » sab dic 07, 2019 1:12 pm

perfetta descrizione. 2,93×anno sia in quota A che B.
Sembra che oltre al contenzioso con l'INPS c'è il piacere ol a volontà di qualcuno ad ingarbugliare un discorso semplice e già attuato dall'istituto previdenziale.
allora oggi che percepisco la pensione con il coefficiente 2,33 (o poco meno), avendo maturato 17 anni al,31.12.1995 ho ottenuto un coefficiente di calcolo 0,38600. l Inps quindi ha sbagliato dovendomi attribuire solo il 35%? sono stati benevoli oppure è ciò che mi spetta?
Quale motivazione avversa esiste perché non dovrebbero attuare il coefficiente 44:15x aa,al pari di 35:15×aa maturati?

naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1519
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da naturopata » sab dic 07, 2019 6:53 pm

elciad1963 ha scritto:
sab dic 07, 2019 1:12 pm
perfetta descrizione. 2,93×anno sia in quota A che B.
Sembra che oltre al contenzioso con l'INPS c'è il piacere ol a volontà di qualcuno ad ingarbugliare un discorso semplice e già attuato dall'istituto previdenziale.
allora oggi che percepisco la pensione con il coefficiente 2,33 (o poco meno), avendo maturato 17 anni al,31.12.1995 ho ottenuto un coefficiente di calcolo 0,38600. l Inps quindi ha sbagliato dovendomi attribuire solo il 35%? sono stati benevoli oppure è ciò che mi spetta?


Non hanno sbagliato proprio nulla, perché a 15 anni hai il 35% poi per i successivi fino al 20 (in realtà 18 altrimenti vai nel retributivo puro) ti attribuiscono l'1,8% e quindi arrivi al 38%

Quale motivazione avversa esiste perché non dovrebbero attuare il coefficiente 44:15x aa,al pari di 35:15×aa maturati?

Lo stesso sistema precedente, dovendo spalmare il 44% su 20 anni, hai il 2,2% per ogni anno fino al 18 (altrimenti poi vai nel retributivo puro). L'art. 54 va con glia anni utili, l'art.44 con quelli effettivi e mentre quest'ultimo prevede il 35% a 15 anni e poi +1,8%, l'art 54 prevede solo il 44% su tutti e 20 gli anni..





Avatar utente
istillnotaffound
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mar ott 31, 2017 8:04 am

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da istillnotaffound » sab dic 07, 2019 7:07 pm

naturopata ha scritto:
mar dic 03, 2019 9:03 pm
Ho letto la sentenza e devo dire che, con tutto il rispetto, con questa il GUP ha raggiunto quasi del tutto la "perfezione" per sostenere il no (manca ancora qualcosa, il richiamo all'art 67, comma 3) e, ad una lettura imparziale, ha nettamente ragione. Come già dicevo tanto tempo fa se chi al 1995 ha 12 anni di servizio utile secondo l'art.54 e questi sono parificati a 20, allora ci si troverebbe nel retributivo puro (18 anzianità contributiva al 1995) e quindi chi si è arruolato dopo il 1980, avrebbe più anni utili di chi si è arruolato prima e mentre respingono i ricorsi a chi ha 17 anni, 11 mesi e 29 giorni perché non raggiungono i 18, poi dicono che chi ha 12 utili, na matura 20 utili al 1995 ex art.54. In ultimo, come ben evidenziato dal GUP, altra disparità si creerebbe fra la percentuale annua per le varie anzianità che non si rinviene in alcuna norma.
@naturopata Mi spieghi gentilmente come il GUP avrebbe "raggiunto quasi del tutto la "perfezione" per sostenere il no (manca ancora qualcosa, il richiamo all'art 67, comma 3)" richiamando l'art. 67 comma 3? Cioè come il comma 3 dell'art. 67 sia un elemento che va spiegare che l'art. 54 non sia applicabile ai militari nel sistema misto?
Grazie!
Reality is a thing of the past.

naturopata
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1519
Iscritto il: ven mag 19, 2017 3:24 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da naturopata » sab dic 07, 2019 7:32 pm

Le pensioni di settima e ottava categoria sono aumentate rispettivamente dello 0,20 per cento e dello 0,70 per cento della base pensionabile per ogni anno di servizio utile nei riguardi dei militari che, senza aver maturato l'anzianità necessaria per il conseguimento della pensione normale, abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio effettivo. La pensione così aumentata non può eccedere la misura prevista dal primo comma dell'art.54.

Allora I giudici di appello come tutti quelli favorevoli dicono che è incontestato che l'art. 54 non sia stato abrogato, ma quelli negativi dicono che lo è implicitamente perché non più applicabile. Ma perché se non più applicabile non è stato abrogato? Semplice, perché richiamato dal comma 3 dell'art.67 e quindi rimane vigente solo a tal fine.

Avatar utente
istillnotaffound
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 166
Iscritto il: mar ott 31, 2017 8:04 am

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da istillnotaffound » sab dic 07, 2019 7:38 pm

naturopata ha scritto:
sab dic 07, 2019 6:53 pm
elciad1963 ha scritto:
sab dic 07, 2019 1:12 pm
perfetta descrizione. 2,93×anno sia in quota A che B.
Sembra che oltre al contenzioso con l'INPS c'è il piacere ol a volontà di qualcuno ad ingarbugliare un discorso semplice e già attuato dall'istituto previdenziale.
allora oggi che percepisco la pensione con il coefficiente 2,33 (o poco meno), avendo maturato 17 anni al,31.12.1995 ho ottenuto un coefficiente di calcolo 0,38600. l Inps quindi ha sbagliato dovendomi attribuire solo il 35%? sono stati benevoli oppure è ciò che mi spetta?


Non hanno sbagliato proprio nulla, perché a 15 anni hai il 35% poi per i successivi fino al 20 (in realtà 18 altrimenti vai nel retributivo puro) ti attribuiscono l'1,8% e quindi arrivi al 38%

Quale motivazione avversa esiste perché non dovrebbero attuare il coefficiente 44:15x aa,al pari di 35:15×aa maturati?

Lo stesso sistema precedente, dovendo spalmare il 44% su 20 anni, hai il 2,2% per ogni anno fino al 18 (altrimenti poi vai nel retributivo puro). L'art. 54 va con glia anni utili, l'art.44 con quelli effettivi e mentre quest'ultimo prevede il 35% a 15 anni e poi +1,8%, l'art 54 prevede solo il 44% su tutti e 20 gli anni..
@naturopata

riproviamo:

Art. 44
"La pensione spettante al personale civile con l'anzianita' di quindici anni di servizio effettivo e' pari al 35 per cento della base pensionabile (...)"

da cui consegue che, come ha sempre infatti proceduto l'INPS, per calcolare le aliquote da applicarsi a periodi inferiori ai 15 anni, si è operata la divisione tra l'aliquota (35%) e il numero di anni (in questo caso "effettivi") necessari per il suo ottenimento (15) indi 35:15=2,33.

Art. 54
"La pensione spettante al militare che abbia maturato almeno quindici anni e non piu' di venti anni di servizio utile e' pari al 44 per cento della base pensionabile (...)"

da cui consegue che per calcolare le aliquote da applicarsi a periodi inferiori ai 15 anni per logica similitudine si deve operare la divisione tra l'aliquota (44%) e il numero di anni (in questo caso "utili") necessari per il suo ottenimento (15) indi 44:15=2,93.

La differenza tra anni effettivi ed anni utili non va a cambiare le carte in tavola in quanto fa parte solo ed esclusivamente di differenze statuite dal Legislatore per regolare in modo diverso vantaggi alle due categorie di dipendenti statali.

E ciliegina sulla torta: al DPR 1092/1973 non viene allegata nessuna tabella di calcolo (quindi quella relativa all'art. 44 viene estrapolata dalla P.A.) ne tantomeno nel DPR 1092/1093 poteva essere indicato come effettuare la ripartizione tra le due sub quote retributive A e B (che evidentemente nascono dopo, nel 1992 con la Riforma Dini) e anche questa ripartizione è stata poi effettuata dalla P.A. con una semplice sottrazione dall'aliquota complessiva dell'aliquota "A" per ottenere la "B".

Molto semplicemente, Watson.
Reality is a thing of the past.

antoniope
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 1182
Iscritto il: lun ott 29, 2012 1:13 pm

Re: ATTENZIONE, L'INPS DEVE RIFARE I CALCOLI ARRUOLATI 81/83

Messaggio da antoniope » dom dic 08, 2019 12:01 am

......................... Aspettiamoci una notizia bomba

Rispondi