Pagina 1 di 1

Ansia e disturbi depressivi

Inviato: mar apr 06, 2021 6:59 pm
da Abutabela
Un saluto a tutti. Sono un appuntato scelto dei carabinieri con 16 anni di servizio, transitato nell'arma in seguito alla soppressione del corpo forestale dello stato. I miei problemi sono iniziati proprio nel 2017, immagino una difficoltà di adattamento alla nuova amministrazione militare , alla gestione del lavoro che non è sovrapponibile a quello che facevo prima, ai rapporti con i nuovi colleghi, alla consapevolezza di essere abbandonato e senza tutele sindacali. All'inizio le vedevo come fastidi e scocciature, nel corso di questi quattro e passa anni c'è stata una escalation che mi ha portato soprattutto in questo ultimo periodo ad uno stato di totale disaffezione e di ansie continue. Ho provato a stringere i denti ma la situazione è ancora peggiorata, mi capita sempre più spesso di non riuscire a dormire e di faticare a rimanere concentrato sui compiti da assolvere, convivo con un senso di stanchezza immotivato e a volte anche solo l'idea di recarmi in ufficio mi provoca malessere. Non ho ancora provveduto a presentare nessun certificato medico circa la mia situazione, volevo sapere da qualcuno che ci è passato prima di me a cosa andrei incontro, se rischio di essere riformato e cosa comporterebbe. Perdita del lavoro? Passaggio ai ruoli civili?

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: mer apr 07, 2021 7:24 am
da Abutabela
Mi sono accorto che esiste una sezione del forum più adatta per le mie domande. È possibile spostare il mio post?

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: mer apr 07, 2021 7:43 am
da mauri64
Salve Abutabela, oltre ai suggerimenti dei colleghi, dovresti porre il quesito nella sezione - SALUTE & BENESSERE – Psicologia all’attenzione Dott.ssa Alessandra D’Alessio.

Saluti

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: mer apr 07, 2021 2:54 pm
da Abutabela
Ciao mauri64, ok scrivo il post lì. Questo si può chiudere.

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: mer apr 07, 2021 3:10 pm
da mauri64
Non c'è motivo di cancellare tutti i messaggi della presente sezione, relativi all'argomento in titolo.
Dopo la tua segnalazione di stamane, ho provveduto a cancellare il tuo ultimo post.

Risaluti

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: mer apr 07, 2021 3:21 pm
da lino
Abutabela ha scritto:
mar apr 06, 2021 6:59 pm
Un saluto a tutti. Sono un appuntato scelto dei carabinieri con 16 anni di servizio, transitato nell'arma in seguito alla soppressione del corpo forestale dello stato. I miei problemi sono iniziati proprio nel 2017, immagino una difficoltà di adattamento alla nuova amministrazione militare , alla gestione del lavoro che non è sovrapponibile a quello che facevo prima, ai rapporti con i nuovi colleghi, alla consapevolezza di essere abbandonato e senza tutele sindacali. All'inizio le vedevo come fastidi e scocciature, nel corso di questi quattro e passa anni c'è stata una escalation che mi ha portato soprattutto in questo ultimo periodo ad uno stato di totale disaffezione e di ansie continue. Ho provato a stringere i denti ma la situazione è ancora peggiorata, mi capita sempre più spesso di non riuscire a dormire e di faticare a rimanere concentrato sui compiti da assolvere, convivo con un senso di stanchezza immotivato e a volte anche solo l'idea di recarmi in ufficio mi provoca malessere. Non ho ancora provveduto a presentare nessun certificato medico circa la mia situazione, volevo sapere da qualcuno che ci è passato prima di me a cosa andrei incontro, se rischio di essere riformato e cosa comporterebbe. Perdita del lavoro? Passaggio ai ruoli civili?
Nessuna perdita dil lavoro..
Appena rilascerai certificazione medica, il dss in base alla diagnosi potrebbe dare un periodo di riposo psico-fisico, oppure inviarti direttamente alla commissione medica.
Non vi sono regole assolute , se avviene la riforma di solito viene data la possibilità del transito.

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: mer apr 21, 2021 11:29 pm
da Abraham
Oggi come oggi, non è più come una volta che il medico ti manda in C.M.O. per ansia o depressione perché poi sanno che perdono il personale in favore del ruolo civile dell'amministrazione di appartenenza o di altre amministrazioni o, in caso di dispensa (con o senza causa di servizio) e/o mancato superamento delle fasi del transito, in prepensionamento.
Non è automatico che se presenti il certificato di ansia o di depressione il medico ti mandi in C.M.O. può anche decidere di darti i giorni di malattia e rifarti la visita e dichiararti idoneo al servizio.

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: gio apr 22, 2021 12:58 am
da lino
Chi fa rientrare personale con gravi patologie psichiatriche, si assume interamente la responsabilità,
Credo che i giudicanti, unitamente ai professionisti lo sappiano bene.

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: gio apr 22, 2021 1:06 pm
da Abraham
Non sono Freud, ma stando oggettivamente a quanto raccontato dal collega, la "grave patologia psichiatrica" è quella di cui soffre chi ha messo il collega in questa situazione di stress più o meno conclamato.
Ad ogni modo sa la tua ansia deriva da un possibile salto "nel vuoto", per tranquillizzarti, ti confermo e ti ribadisco che nel caso in cui il sanitario del tuo corpo d'appartenenza decidesse di inviarti alla C.M.O. per una patologia psichiatrica, la C.M.O. valuta la tua idoneità o non idoneità ai servizi d'istituto del tuo ruolo di provenienza.
In caso di idoneità al servizio nel tuo ruolo di provenienza dopo appositi accertamenti, test, visite, esami etc., tu torni al tuo ufficio. In caso di non idoneità, invece, la C.M.O. valuta se sei idoneo ad altre mansioni e/o ad altro ruolo della tua stessa amministrazione o al ruolo civile della tua stessa amministrazione o ai ruoli di altre amministrazioni dello Stato o ti dispensa con trattamento di quiescenza in base ai contributi che hai effettivamente versato, tutto ciò se hai superato i 15 anni di servizio nella tua amministrazione.
Da come mi hai raccontato, se il sanitario del tuo corpo ti dovesse inviare alla C.M.O. per ansia o depressione, presenterei domanda per il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio della tua ansia o depressione affidandomi ad un buon medico legale.

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: lun apr 26, 2021 12:17 pm
da Carminiello
Ciao, ci sono passato. Avrai la scelta se transitare ai ruoli civili o andare in pensione. Qui è difficile consigliarti, perchè ognuno è caso a sè. Personalmente sono andato in pensione e ogni giorno (sono passati 5 anni) ringrazio di aver fatto quella scelta. In bocca al lupo.

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: lun apr 26, 2021 12:20 pm
da NavySeals
Mi associo a Carminiello, sono nella medesima situazione. Optai per la pensione pur essendo "giovane" come te e sapendo di non poter contare su di un importo alto. Ma la salute e la libertà (fisica e mentale) non hanno prezzo. Tra l'altro poi mi hanno riconosciuto la causa di servizio con tabella alta, per cui oggi percepisco più di pensione di quanto sarebbe stato il mio stipendio in servizio. Ma anche senza sarei stato comunque felicissimo della scelta fatta. Auguri.

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: lun apr 26, 2021 11:36 pm
da Abraham
Per Carmiello e Navy Seals:
Se posso chiedere, con quanti anni di contributi avete optato per la pensione per infermità (dipendente o non dipendente da causa di servizio) anziché per il transito?

Re: Ansia e disturbi depressivi

Inviato: mer apr 28, 2021 10:21 am
da Alessandra DAlessio
Buongiorno a tutti,
ho risposto al quesito nella sezione salute e benessere. Ad ogni modo vorrei qui specificare che i casi vanno valutati singolarmente.
Non conosco le ragioni che hanno portato il signore a parlare nello specifico di ansia o depressione.
Probabile che sia una sua valutazione o quella di uno specialista, tuttavia queste situazioni sono molto delicate e vanno affrontate con professionisti esperti del mondo militare.

L'idoneità psico-fisica al servizio militare di un carabiniere viene valutata con una modalità molto scrupolosa ed i periodi di convalescenza possono essere molto lunghi. Questo a tutela del militare, dell'amministrazione e dei cittadini.
In caso di malessere è giusto chiedere un periodo di riposo ma è necessario stabilire un piano terapeutico di rientro con il militare e che la situazione sanitaria venga monitorata e seguita in CMO da chi lavora quotidianamente con questa tipologia di problematiche. A meno che non siamo di fronte ad una situazione clinica cronica o ad un disturbo di personalità o a tratti di personalità incompatibili con il servizio.

Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti fermo restando che il caso andrebbe analizzato in consulenza.