Aggiungere serratura a casa contesa con più proprietari

Avvocato Civilista
Feed - L'Avv. Giovanni Carta risponde

Moderatore: Avv. Giovanni Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Giovanni Carta verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
marmisteryo
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: lun ago 06, 2018 10:55 am

Aggiungere serratura a casa contesa con più proprietari

Messaggio da marmisteryo » lun ago 06, 2018 11:02 am

Buongiorno, sono proprietario per 1/3 di una casa contesa con altri due proprietari. Finchè non raggiungeremo un accordo nessuno potrà entrare, abitarvi o prelevarne il contenuto; pertanto la casa è disabitata da tempo. Nei giorni scorsi però dall'esterno mi sono accorto che, senza entrare nel dettaglio, alcuni oggetti visibili dall'esterno erano in posizione diversa quindi qualcuno dev'essere entrato per forza. Poichè non posso sapere chi e quando entra violando l'accordo, mi chiedevo se potessi aggiungere una nuova serratura di cui solo io ho la chiave oltre a quella già presente della quale abbiamo la chiave tutti i proprietari.
In caso di risposta negativa, vi chiedo come potrei tutelarmi per essere certo che nessuno entri in tale abitazione.
Vi ringrazio
Saluti



Avatar utente
Avv. Giovanni Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 114
Iscritto il: gio giu 22, 2017 12:54 pm

Re: Aggiungere serratura a casa contesa con più proprietari

Messaggio da Avv. Giovanni Carta » mar ago 07, 2018 1:12 pm

Buongiorno.
Chi ha deciso che nessuno dei 3 comproprietari possa entrare? C'è un provvedimento giudiziale o un accordo tra le parti in tal senso?
In caso contrario, ritengo che tutti e 3 i comproprietari abbiamo il diritto di fare accesso all'immobile, purché non sia pregiudicato il diritto degli altri 2 comproprietari.
Suggerisco di procedere alla divisione convenzionale o, se non dovessero sussistere i presupposti, giudiziale dell'immobile.
Cordiali saluti
GC

Rispondi