ABUSO SERVITÙ DI PASSO

Avvocato Civilista
Feed - L'Avv. Giovanni Carta risponde

Moderatore: Avv. Giovanni Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Giovanni Carta verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.
Rispondi
kim007
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 1
Iscritto il: ven apr 09, 2021 10:58 am

ABUSO SERVITÙ DI PASSO

Messaggio da kim007 » ven apr 09, 2021 11:37 am

Buongiorno avv. Carta,
l'anno scorso ho comprato una casetta a schiera posta in mezzo ad altre due, le tre abitazioni sono collegate da tre cortili ciascuno di proprietà esclusiva di ogni casa, essendo che la mia è in mezzo ci accedo passando sul cortile della prima, su cui ho servitù di passo sia pedonale e carrabile come scritto negli atti di vendita, il primo fa quindi da accesso per casa mia tramite un cancello con passo carrabile all'inizio del suo cortile, il passo carraio è intestato solo a me, in quanto la mia abitazione è l'unica ad avere possibilitá di accesso carrabile dato che poi il fondo si stringe.
Il problema mi sorge con la terza abitazione che gode di servitù di passo sia sul mio cortile che sul primo, faccio presente subito che il terzo ha a disposizione anche un altro cancello di accesso diretto alla sua proprietà che gli permette l'ingresso senza dover passare sui due fondi serventi dal 2008, la servitù era invece stata istituita nel 1958 per le regole del "buon padre di famiglia" dato che in origine era un'unica casa divisa poi per tre fratelli, chiaramente nel corso degli anni lo stato degli immobili è cambiato e quindi il terzo non ha più necessità di passare per forza sulle due case prima, che siamo vincolate invece entrambe dalla impossibilità di dividere gli ingressi e fosse biologiche a comune.

Purtroppo quando ho cominciato ad utilizzare l'accesso con l'auto, si sono presentate molte discussioni , che sono poi sfociate in danni fisici alle mie auto oltre che minacce di botte e morte alla mia persona, riguardo a questo sono state fatte delle querele e andiamo quindi già per via penale.
In pratica il vicino ha parcheggiato la sua macchina davanti al passo carrabile (prima intestato a una signora di 90 anni che non aveva la macchina) per 12 anni abusandone prima del mio arrivo e quindi è infastidito dal fatto che, essendoci ora un nuovo proprietario pagante e che utilizza l'accesso non può più farlo.
Oltre questo dice che se c'è la mia auto parcheggiata ha difficoltà a passare col passeggino del bambino o la bicicletta perché deve "girare intorno alla macchina" piuttosto che andare dritto come ha sempre fatto. Chiaramente potrebbe usare l'altro cancello che ha a disposizione ma non vuole.
Sono più volte intervenute le forze dell'ordine provando a spiegare che ho tutto il diritto di usare il mio cortile pur avendo lui servitù di passo, ma non c'è modo di farglielo capire.
Il vicino sta procedendo da ormai un anno a graffiare le mie auto e sostare con 10/12 persone nel mio cortile appellandosi al fatto che può farlo perché sono suoi amici che devono andare a casa sua, fanno screzi e dispetti stupidi tipo rottura di vasi, lasciano il cancello aperto, gestacci alle mie telecamere di sorveglianza, mozziconi di sigarette nel cortile e altro, rendendomi la vita impossibile col chiaro obiettivo di cedergli il passo carraio.
In pratica non uso più il mio cortile né il passo carrabile pur avendo pagato entrambi per paura di queste persone.
Il cancello precitato al momento è sprovvisto di chiave, la serratura c'è ma è stata manomessa per averla sempre aperta (credo da loro), io sono in fase ultimata di ristrutturazione e da accordo con la proprietaria del primo immobile dovrei sistemare il cancello rendendolo motorizzato e con serratura elettrica per farla stare tranquilla (sono due donne sole un po' anziane) il terzo però mi ha detto che se metto la serratura me la smonta e mi fa causa perché "gli impedisco di entrare comodo" , io vorrei capire se, inanzi tutto ho diritto a sistemare il cancello a mie spese e in caso quante copie di chiavi devo fornire considerato che sono due famiglie di origine Est Europa di 9 persone di cui 5 maggiorenni e alcune volte ospitano altri 5 6 parenti e soprattutto se c'è la possibilità di rimuovere questa maledetta servitù di cui abusa considerato che hanno un altro cancello a loro disposizione che si rifiutano di usare regolarmente per fare dispetto a me e alle proprietarie del primo immobile che hanno chiaramente più paura di me di queste persone.
Avessi saputo prima della situazione non avrei comprato questa casa, ho saputo dopo purtroppo che l'ex proprietaria, defunta, era succube come le vicine di casa per il solito motivo.
Vorrei anche capire, a mali estremi, che rischi corro chiudendo l'accesso al terzo facendo un muro tra le due proprietà e quindi bloccandolo, con SCIA aperta.



Convenzionistituzioni.it
Avatar utente
Avv. Giovanni Carta
Professionista
Professionista
Messaggi: 177
Iscritto il: gio giu 22, 2017 12:54 pm

Re: ABUSO SERVITÙ DI PASSO

Messaggio da Avv. Giovanni Carta » ven apr 09, 2021 11:57 am

Buongiorno.
Innanzitutto Le suggerisco di rivolgersi prontamente ad un legale, per fare fronte alla situazione, molto complessa, da Lei prospettata e per la richiesta di provvedimenti cautelari, anche di natura penale, nei confronti di queste persone pericolose.
Quanto ai quesiti, in estrema sintesi:
1) può cambiare la chiave serratura, fornendo una copia della chiave o del telecomando a ciascuno dei Suoi vicini, quindi a mio avviso una sola per i soggetti di cui parla;
2) se chiude l'accesso con un muro, controparte potrebbe intentare un'azione possessoria, da cui Lei uscirebbe soccombente; quindi, glielo sconsiglio.
In bocca al lupo
Cordialità
GC

Rispondi