A casa ansia depressione ecc ecc

Feed - La Dott.ssa Alessandra D'Alessio risponde

Rispondi
Pegaso67
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 21
Iscritto il: sab ott 13, 2018 9:25 pm

A casa ansia depressione ecc ecc

Messaggio da Pegaso67 » mer ott 31, 2018 12:52 pm

Dottoressa buongiorno. Sono un Isp. Sup. della Polizia di Stato e in breve le spiego la mia situazione per capire ma più che altro perché ho necessità di tranquillità e di avere meno pensieri possibile. Ho già scritto in altre sezioni su computi ecc e mi hanno risposto con cognizione e ringrazio. Da 4 anni circa vivo un'odissea familiare legata a violenze sessuali subite da mia figlia ora maggiorenne quando ancora era minorenne. Senza entrare nello specifico circa 4 anni fa sono rimasto a casa la prima volta (ho quasi 33 anni di servizio operativo) in aspettativa per ansia ecc. Ho fatto 20 mesi poi idoneità totale. Dopo poco mia figlia colpita da attacchi psicotici per eventi traumatici ha avuto la 104 e sono rimasto a casa in art 42 un anno. Curata con farmaci in casa dove tentava più volte il suicidio e via di seguito... Curato anch'io con paroxetina poi smessa piano piano fino appunto all'idoneita. CMO Padova. Poi sono tornato al lavoro e premetto che mi avevano assegnato un ufficio come responsabile ma io impazzivo dentro a far carte un'ora e 5 ore a far nulla, comunque l'ufficio mi spacca in due. Sono sempre stato operativo e con orgoglio e tanta voglia di lavorare anche senza segnare gli straordinari negli anni d'oro di intensa attività di polizia giudiziaria. Preciso che da piccolo avevo i genitori che litigavano e mio papà beveva purtroppo e picchiava mia mamma. Avevo un fratellino di dieci anni di meno e dovevo seguirlo... Li iniziavano le mie paure. Poi finalmente riuscivo ad entrare in polizia il sogni della mia vita superando ostacoli di psicologi viste mediche solo con le mie forze. Infatti dopo pochi anni di gavetta a soli 23 anni entravo a far parte di una squadra di polizia giudiziaria dove rimanevo molti anni sempre in prima linea sempre ligio senza mai un richiamo facendo tanti ma tanti arresti. Poi il patatrac di cui sopra. Mia figlia ai 18 anni ha iniziato a bere anche a fumare ed io a lavorare. Mi hanno quasi costretto nuovamente ad andare in ufficio vista la qualifica ma non potevo perché stare in ufficio significa essere via tutti i giorni dalla mattina al pomeriggio con i rientri e con la situazione di mia figlia da seguire che ansie che avrei avuto ma anche perdita economica che nonostante ne abbia bisogno passava comunque in secondo luogo. Ufficio uguale angoscia totale. Non ho mai avuto manie di comando mi è sempre piaciuto stare con la truppa... Dicevo a kiwi colleghi. L'ultimo giorno di lavoro metterò i gradi da assistente capo perché mi sento così. Comunque con grandi sforzi sono riuscito a stare a fare i turni. Però cosa che non dicevo e speravo passasse dopo essere venuto a conoscenza delle violenze subite da mia figlia la notte ancora adesso vivo incubi paurosi dove arrivo a vedere mia figlia che subisce e vedo persone diverse non sempre le stesse e arrivo ad avvicinarmi a loro ma poi mi sveglio... Si figuri poi al lavoro. Questo succedeva spesso dopo la sera al lavoro quando poi dovevo fare il pomeriggio. Mi sveglio ma non dopo gli incubi sentendo come se stessi per morire manca il respiro cerco con le mani di muovermi ma è terribile anche se dura pochi secondi. Al lavoro non sa che fatica a mantenere un equilibrio quando fermavi persone con precedenti sessuali... Sentivo salire una rabbia. Poi al momento ho anche mia mamma che ha avuto un crollo improvviso ormai quasi cieca e in demenza. Troppi pensieri troppe sollecitazioni e paure di finire in carcere. Sono andato dal mio medico del corpo dopo aver parlato con mia moglie. Ho un altro figlio e non posso e non voglio che succeda qualcosa di impensabile. Anche mia moglie ha una disabilità da un anno circa e ha la 104 purtroppo. Cavoli siamo ancora giovani! Il mio medico della polizia mi ha dato un mese di aspettativa dicendomi che secondo lui non rientravo più, ma a me interessa cosa dirà la CMO in questi casi, mentre lo psichiatra della ulss ha diagnosticato ansia depressione e almeno 3 mesi a casa dal lavoro visto che lavoro in polizia. Io vorrei sapere da lei anche per stare tranquillo come sarà la situazione mia nel prossimo futuro. Non ho voglia di stare con quest'ansia su ansia anche per avere una certezza sul mio futuro. Non vorrei che andassero per le lunghe mesi mesi se non un anno e più. Ho cause di servizio ma nessuna iscritta in categorie anche se dovrò fare una risonanza a breve al collo e una elettromiografia perché ho dolori agli arti superiori. Questo è un po' il quadro. Se ha bisogno di altre informazioni me le chieda pure. Una sola cosa. Ho sentito voci che forse cambia la normativa sulla facoltà di scegliere tra transito o riforma, togliendo la facoltà quindi senza riforma. Grazie per ora



Pegaso67
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 21
Iscritto il: sab ott 13, 2018 9:25 pm

Re: A casa ansia depressione ecc ecc

Messaggio da Pegaso67 » mer ott 31, 2018 12:56 pm

Avevo fatto 10 mesi non 20 di aspettativa. Scusate

Pegaso67
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 21
Iscritto il: sab ott 13, 2018 9:25 pm

Re: A casa ansia depressione ecc ecc

Messaggio da Pegaso67 » mer ott 31, 2018 1:00 pm

Non ho detto quando spiegavo che devo seguire mia figlia che causa le situazioni che ha vissuto non ha finito la scuola ha solo fatto la prima in due scuole diverse. Quindi sempre a casa o qualche lavoro ma difficile anche perché soffre tra l'altro di cefalea con aurea che è una brutta bestia quando attacca all'improvviso. Questo infatti le impedisce anche di avere un lavoro stabile

Pegaso67
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 21
Iscritto il: sab ott 13, 2018 9:25 pm

Re: A casa ansia depressione ecc ecc

Messaggio da Pegaso67 » mer ott 31, 2018 1:03 pm

Scusi se continuo ad integrare ma penso sia importante. Lo psichiatra mi ha prescritto ancora paroxetina e tavor al bisogno. Però ho paura con il tavor perché se fai un incidente importante anche se hai ragione con le benzodiazepine tolgono la patente

Avatar utente
Alessandra DAlessio
Professionista
Professionista
Messaggi: 103
Iscritto il: lun nov 07, 2016 4:26 pm

Re: A casa ansia depressione ecc ecc

Messaggio da Alessandra DAlessio » mer ott 31, 2018 3:37 pm

Buongiorno Il suo è un caso davvero complicato e sono molto dispiaciuta per tutte le cose che le sono accadute e che le Stanno accadendo.
Spero che sua figlia sia seguita bene sia da un punto di vista farmacologico che psicoterapeutico
Per quanto concerne il suo caso è opportuno che le venga fatta una precisa diagnosi e che la stessa rientri in quelle ascrivibili alle tabelle della non idoneità al servizio militare
Il fatto che lei non riesca a trattenere la rabbia è un dato molto serio ed importante da un punto di vista clinico tuttavia le variabili di cui tener conto nella valutazione da parte dei soggetti preposti sono tali e tante che qui non possono essere considerate se non nelle sedi opportune
Il mio suggerimento è che lei si faccia seguire Innanzitutto da un bravo avvocato che conosca bene le questioni militari e poi da uno psicologo e o da uno psichiatra che possano produrre una documentazione che vada ad integrare le varie valutazioni che lei farà nel corso del tempo
Tenga presente che per una valutazione di non idoneità e quindi anche di riforma viene valutata anche la cronicizzazione della patologia
Tenga presente che lei può anche rifiutare ad un certo punto il parere della c.m.o. e chiedere una valutazione in seconda istanza ed a quel punto l'iter potrebbe abbreviarsi. Però le ripeto è il caso che lei si faccia seguire anche da uno degli avvocati del forum
Se posso esserle utile in altro modo sono a sua disposizione
Alessandra D'Alessio
Alessandra D'Alessio
Psicologa Clinica e del Lavoro
Psicologa Forense

Via R. Montecuccoli n.15 Roma
Tel 3429204614
Www.studio-atena.it
email: info@studio-atena.it

Pegaso67
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 21
Iscritto il: sab ott 13, 2018 9:25 pm

Re: A casa ansia depressione ecc ecc

Messaggio da Pegaso67 » mer ott 31, 2018 3:48 pm

Alessandra DAlessio ha scritto:
mer ott 31, 2018 3:37 pm
Buongiorno Il suo è un caso davvero complicato e sono molto dispiaciuta per tutte le cose che le sono accadute e che le Stanno accadendo.
Spero che sua figlia sia seguita bene sia da un punto di vista farmacologico che psicoterapeutico
Per quanto concerne il suo caso è opportuno che le venga fatta una precisa diagnosi e che la stessa rientri in quelle ascrivibili alle tabelle della non idoneità al servizio militare
Il fatto che lei non riesca a trattenere la rabbia è un dato molto serio ed importante da un punto di vista clinico tuttavia le variabili di cui tener conto nella valutazione da parte dei soggetti preposti sono tali e tante che qui non possono essere considerate se non nelle sedi opportune
Il mio suggerimento è che lei si faccia seguire Innanzitutto da un bravo avvocato che conosca bene le questioni militari e poi da uno psicologo e o da uno psichiatra che possano produrre una documentazione che vada ad integrare le varie valutazioni che lei farà nel corso del tempo
Tenga presente che per una valutazione di non idoneità e quindi anche di riforma viene valutata anche la cronicizzazione della patologia
Tenga presente che lei può anche rifiutare ad un certo punto il parere della c.m.o. e chiedere una valutazione in seconda istanza ed a quel punto l'iter potrebbe abbreviarsi. Però le ripeto è il caso che lei si faccia seguire anche da uno degli avvocati del forum
Se posso esserle utile in altro modo sono a sua disposizione
Alessandra D'Alessio
La ringrazio dottoressa per la risposta anche per la velocità. La rabbia l'ho sempre trattenuta per fortuna ma con sempre più fatica ed ecco perché prima che succedesse chissà cosa mi sono rivolto al mio medico del corpo. Seguirò i suoi consigli informando sugli esiti

mikamp47
Appena iscritto
Appena iscritto
Messaggi: 4
Iscritto il: dom ott 14, 2018 12:08 pm

Re: A casa ansia depressione ecc ecc

Messaggio da mikamp47 » mar nov 20, 2018 7:23 pm

ALLO STATO ATTUALE, NON E' CAMBIATO NULLA E DOPO L'EVENTUALE RIFORMA C'E' SEMPRE LA POSSIBILITà DI SCEGLIERE SE ANDARE IN PENSIONE O TRANSITARE ALL'IMPIEGO CIVILE;
CALCOLI PIUTTOSTO CON ESTREMA ATTENZIONE I PERIODI DI ASPETTATIVA PER NON INCORRERE NELLA RIDUZIONE STIPENDIO.

Pegaso67
Attività iniziale
Attività iniziale
Messaggi: 21
Iscritto il: sab ott 13, 2018 9:25 pm

Re: A casa ansia depressione ecc ecc

Messaggio da Pegaso67 » mar nov 20, 2018 7:51 pm

mikamp47 ha scritto:
mar nov 20, 2018 7:23 pm
ALLO STATO ATTUALE, NON E' CAMBIATO NULLA E DOPO L'EVENTUALE RIFORMA C'E' SEMPRE LA POSSIBILITà DI SCEGLIERE SE ANDARE IN PENSIONE O TRANSITARE ALL'IMPIEGO CIVILE;
CALCOLI PIUTTOSTO CON ESTREMA ATTENZIONE I PERIODI DI ASPETTATIVA PER NON INCORRERE NELLA RIDUZIONE STIPENDIO.
Si, ma non dipende da me. Fosse per me mi farei riformare ieri... No domani. Devo solo capire quali tempistiche mi attendono e da quello che ho capito ogni caso ha il suo corso. Non esiste un parametro univoco per tutti. Spero solo capiscano in fretta anche stante la ricaduta dopo 4 anni

Rispondi