a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pronti

Feed - CARABINIERI

Avatar utente
Zenmonk
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2380
Iscritto il: dom lug 13, 2014 2:38 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Zenmonk » mar ago 07, 2018 8:32 am

GiulioTR ha scritto:Ho letto con particolare attenzione le varie argomentazioni sul nuovo governo. Vorrei solo aggiungere, diamo a questi signori il tempo di realizzare almeno la prima legge di bilancio, da lì vedremo cosa potremo aspettarci dal futuro. C'è un detto, il buon giorno si vede dal mattino, aspettiamo l'alba poi valuteremo. Un'alternativa o nuova proposta politica si trova sempre. Spero solo che dalle parole si passi ai fatti.Buona sera a tutti.
Mentre gli date il tempo di realizzare la legge di bilancio, stanno arrovellandosi su come trovare il sistema di tagliare i retributivi sopra i 3000 euro lordi senza pagare pegno alla Corte Costituzionale (dove conunque c'è Amato).
Leggete qua sotto:
http://www.ilgiornale.it/news/politica/ ... 62761.html" onclick="window.open(this.href);return false;



Sempreme064
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 3291
Iscritto il: mar ago 26, 2014 3:01 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Sempreme064 » mar ago 07, 2018 9:25 am

Eppure il monaco si ciba di aria alimentazione pranica..

Prima di toccare aventualmente le pensioni da 3000 mila euro lorde , alquanto impossibile perché non è una pensione d'oro, ci sono queste : https://www.gazzettadiparma.it/news/new ... liani.html" onclick="window.open(this.href);return false;

Sempreme064
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 3291
Iscritto il: mar ago 26, 2014 3:01 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Sempreme064 » mar ago 07, 2018 9:34 am

Prima i vampiri..proprio da Amato che non so quante pensioni prende..partiamo dal barbiere del senato a 10 euro al mese

Avatar utente
Admin
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 592
Iscritto il: sab ott 13, 2007 4:10 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Admin » mar ago 07, 2018 9:34 am

borelgrnet ha scritto: Ricordo che la parola fanfarone non e' prevista dire da un Admin di un forum Militare...

Ricordo all' Admin di questo forum, che l'argomento di questo thead, aperto dal mitico Zen e' "taglio alle pensioni Militari" ed e' di questo che dobbiamo dibattere, tutti gli altri discorsi ideologici (o post politici di parte con richiami ad articoli di giornali politicizzati di proprieta' dell'opposizione, sono stati sollevati da altri che non sono l'argomento di questo thead).
Caro borelgrnet, l'aggettivo "fanfarone", è di per sè tenuissimo rispetto alla valanga di insulti e odio social che si legge in questi tempi, quindi non mi pare il caso di fare del vittimismo soprattutto quando si è autori, come te, della perpetuazione di autentiche bufale che vanno fermate nella maniera che ho fatto io, con dati alla mano e non con chiacchiere da bar.

Inoltre è vero che qui si parla di pensioni ma, soprattutto, di coloro (i politici di maggioranza) che vogliono metterci le mani per fini unicamente propagandistici, visti i risultati risibili che otterranno sotto l'aspetto economico.

Lo ripeto: gli invidiosi e gli odiatori sociali ci sono sempre stati e sempre ci saranno, anche se non si capisce razionalmente per quale motivo una persona che ha studiato una vita e che ha lavorato dalla mattina alla sera per decenni raggiungendo posizioni dirigenziali, dovrebbe poi vergognarsi se percepisce una pensione dallo Stato 10 o 20 volte superiore ad un altro che ha fatto un lavoro altrettanto rispettabile ma non certo da dirigente; soprattutto, poi, quando quella pensione l'ha percepita in base (e nel rispetto) delle leggi vigenti a quel tempo, quindi senza commettere alcun reato.

Moltissime di quelle persone, aggiungo, hanno creato posti di lavoro mediante i quali gli operai hanno avuto un salario; ma oggi quegli stessi operai sono stati fomentati perchè il loro salario (e la loro pensione) è inferiore rispetto a quella del proprio datore di lavoro.

Aizzare l'odio sociale ed indirizzarlo contro i dirigenti rei di aver studiato e aver prodotto ricchezza e posti di lavoro pretendendo che abbiano una pensione massima di 4.000 euro (un'enormità vista dalla prospettiva di un operaio) è semplicemente stupido, oltre che inutile.

A che serve far studiare un figlio all'università, insegnargli il valore del lavoro e del sacrificio se poi un giorno arriva un governo di scimuniti che per partito preso e per soddisfare l'invidia e l'odio sociale (che loro stessi hanno alimentato) gli taglierà i benefici che egli stesso si è costruito? A niente.

Tutto questo è politica, perchè è la politica che determina il costo del pane, l'ammontare delle pensioni (di cui si discute in questo thread), il prezzo della politica, insomma ogni aspetto del vivere quotidiano. Quindi affermare che non bisogna parlare di politica in un argomento aperto sulle pensioni, causato dall'azione di un governo, è davvero incomprensibile.

E mi stupisco che persone con un'intelligenza media si facciano pilotare il cervello dalle parole (perchè sono solo parole) di persone inette ed incompetenti che stanno adesso al governo, che in molti casi possono vantare nel curriculum lavorativo esclusivamente la carica politica attuale.

Un esempio? Di Maio, noto studente fuoricorso e venditore di bibite al San Paolo, si è trovato sul proprio tavolo un dossier importante, quello dell'ILVA, dove il suo predecessore aveva, non solo ha trovato l’investitore (Arcelò Mittal) ma gli aveva fatto migliorare l'offerta arrivando ad ottenere zero esuberi e notevoli migliorie sul piano ambientale.

Adesso lo splendido Di Maio che fa? Lui che non sa cosa significa lavoro e sudore vuole buttare all'aria l'accordo dando in pasto all'opinione pubblica asserite irregolità (inesistenti) del bando di gara.

Lui, che non ha alcuna competenza nè esperienza lavorativa, rischia di far chiudere un colosso della siderurgia europeo buttando in mezzo alla strada 11.000 operai, mentre il suo mentore, Grillo, fantastica di riconvertire l'area ILVA a parco acquatico.

Ecco, tutto questo è economia, è lavoro, è politica, è industria e non si può davvero lasciarli in mano ad incompetenti messi lì da una srl milanese che sa benissimo come perculare il prossimo sui social. Questa è la realtà, mentre ai gonzi viene propinato l'odio e l'invidia sociale su cui sfogarsi (come le pensioni d'oro).

Una domanda: dopo aver dato in pasto all'opinione pubblica di odiatori ed invidiosi figure come parlamentari, magistrati, giornalisti, manager, banchieri, sindacalisti... quanto tempo impiegheranno a mettere sotto i riflettori i militari, i loro stipendi e le loro pensioni? Ve lo dico io, lo spazio di un tweet.

E poi hai voglia a dire che no, sono i generaloni i veri papaveri delle forze armate, perchè quando si aprirà la caccia al "militare nullafacente e con pensioni privilegiate" (lo scrivo perchè è già successo in passato), allora in tanti capiranno e piangeranno. E' sempre così, prima bisogna sbattere il grugno, poi si capisce.

Auguri!
Immagine

Sempreme064
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 3291
Iscritto il: mar ago 26, 2014 3:01 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Sempreme064 » mar ago 07, 2018 9:38 am

Mila..
Questi sono i vampiri , alcuni.. ecco perché andiamo male , questi si chiamano privilegi.. partiamo da lì.. buona giornata.. https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/0 ... l/3785737/" onclick="window.open(this.href);return false;

Sempreme064
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 3291
Iscritto il: mar ago 26, 2014 3:01 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Sempreme064 » mar ago 07, 2018 9:45 am

Il problema Delle pensioni è relazionato al trattamento retributivo e stupendi spropositati per me caste, un elettricista del senato prende uno stipendio più della Merkel.. ma si cosa stiamo parlando.. devono tagliare tutto.. stipendi e pensioni

Avatar utente
Zenmonk
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2380
Iscritto il: dom lug 13, 2014 2:38 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Zenmonk » mar ago 07, 2018 9:54 am

Admin ha scritto:
borelgrnet ha scritto: Ricordo che la parola fanfarone non e' prevista dire da un Admin di un forum Militare...

Ricordo all' Admin di questo forum, che l'argomento di questo thead, aperto dal mitico Zen e' "taglio alle pensioni Militari" ed e' di questo che dobbiamo dibattere, tutti gli altri discorsi ideologici (o post politici di parte con richiami ad articoli di giornali politicizzati di proprieta' dell'opposizione, sono stati sollevati da altri che non sono l'argomento di questo thead).
Caro borelgrnet, l'aggettivo "fanfarone", è di per sè tenuissimo rispetto alla valanga di insulti e odio social che si legge in questi tempi, quindi non mi pare il caso di fare del vittimismo soprattutto quando si è autori, come te, della perpetuazione di autentiche bufale che vanno fermate nella maniera che ho fatto io, con dati alla mano e non con chiacchiere da bar.

Inoltre è vero che qui si parla di pensioni ma, soprattutto, di coloro (i politici di maggioranza) che vogliono metterci le mani per fini unicamente propagandistici, visti i risultati risibili che otterranno sotto l'aspetto economico.

Lo ripeto: gli invidiosi e gli odiatori sociali ci sono sempre stati e sempre ci saranno, anche se non si capisce razionalmente per quale motivo una persona che ha studiato una vita e che ha lavorato dalla mattina alla sera per decenni raggiungendo posizioni dirigenziali, dovrebbe poi vergognarsi se percepisce una pensione dallo Stato 10 o 20 volte superiore ad un altro che ha fatto un lavoro altrettanto rispettabile ma non certo da dirigente; soprattutto, poi, quando quella pensione l'ha percepita in base (e nel rispetto) delle leggi vigenti a quel tempo, quindi senza commettere alcun reato.

Moltissime di quelle persone, aggiungo, hanno creato posti di lavoro mediante i quali gli operai hanno avuto un salario; ma oggi quegli stessi operai sono stati fomentati perchè il loro salario (e la loro pensione) è inferiore rispetto a quella del proprio datore di lavoro.

Aizzare l'odio sociale ed indirizzarlo contro i dirigenti rei di aver studiato e aver prodotto ricchezza e posti di lavoro pretendendo che abbiano una pensione massima di 4.000 euro (un'enormità vista dalla prospettiva di un operaio) è semplicemente stupido, oltre che inutile.

A che serve far studiare un figlio all'università, insegnargli il valore del lavoro e del sacrificio se poi un giorno arriva un governo di scimuniti che per partito preso e per soddisfare l'invidia e l'odio sociale (che loro stessi hanno alimentato) gli taglierà i benefici che egli stesso si è costruito? A niente.

Tutto questo è politica, perchè è la politica che determina il costo del pane, l'ammontare delle pensioni (di cui si discute in questo thread), il prezzo della politica, insomma ogni aspetto del vivere quotidiano. Quindi affermare che non bisogna parlare di politica in un argomento aperto sulle pensioni, causato dall'azione di un governo, è davvero incomprensibile.

E mi stupisco che persone con un'intelligenza media si facciano pilotare il cervello dalle parole (perchè sono solo parole) di persone inette ed incompetenti che stanno adesso al governo, che in molti casi possono vantare nel curriculum lavorativo esclusivamente la carica politica attuale.

Un esempio? Di Maio, noto studente fuoricorso e venditore di bibite al San Paolo, si è trovato sul proprio tavolo un dossier importante, quello dell'ILVA, dove il suo predecessore aveva, non solo ha trovato l’investitore (Arcelò Mittal) ma gli aveva fatto migliorare l'offerta arrivando ad ottenere zero esuberi e notevoli migliorie sul piano ambientale.

Adesso lo splendido Di Maio che fa? Lui che non sa cosa significa lavoro e sudore vuole buttare all'aria l'accordo dando in pasto all'opinione pubblica asserite irregolità (inesistenti) del bando di gara.

Lui, che non ha alcuna competenza nè esperienza lavorativa, rischia di far chiudere un colosso della siderurgia europeo buttando in mezzo alla strada 11.000 operai, mentre il suo mentore, Grillo, fantastica di riconvertire l'area ILVA a parco acquatico.

Ecco, tutto questo è economia, è lavoro, è politica, è industria e non si può davvero lasciarli in mano ad incompetenti messi lì da una srl milanese che sa benissimo come perculare il prossimo sui social. Questa è la realtà, mentre ai gonzi viene propinato l'odio e l'invidia sociale su cui sfogarsi (come le pensioni d'oro).
L'umile monaco, osservando con mente calma i fiori di ciliegio mossi dal vento, ne apprezza l'incomparabile bellezza ben sapendo che molto presto cadranno miseramente, come tutto ciò che origina da cause e condizioni, senza eccezioni.
L'amore per tutti gli esseri spezza questa catena, mentre l'odio la perpetua.
L'umile monaco così conclude con animo sincero ed equanime: "possano tutti coloro che odiano e invidiano mossi da ignoranza, attaccamento ed avversione, ottenere il completo ristoro dalla sofferenza, la felicità e le sue cause. Possa il mio umile essere giovare a tutti gli esseri indistintamente".

Sempreme064
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 3291
Iscritto il: mar ago 26, 2014 3:01 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Sempreme064 » mar ago 07, 2018 10:01 am

Taglio subito stipendi e pensioni dei Vampiri..Amen

costauno
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 241
Iscritto il: gio giu 22, 2017 12:18 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da costauno » mar ago 07, 2018 11:56 am

Buon giorno Zenmonk
in pratica ci stai anticipando che il taglio delle pensioni, avverrà anche a carico di chi ha effettuato il versamento regolarmente i contributi e ha riscattato tutti i periodi e fruisce ad esempio un assegno mensile lordo di 3.500 € ?
Saluti

eroif60
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 39
Iscritto il: dom feb 05, 2017 2:03 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da eroif60 » mar ago 07, 2018 1:11 pm

Admin ha scritto:
borelgrnet ha scritto: Ricordo che la parola fanfarone non e' prevista dire da un Admin di un forum Militare...

Ricordo all' Admin di questo forum, che l'argomento di questo thead, aperto dal mitico Zen e' "taglio alle pensioni Militari" ed e' di questo che dobbiamo dibattere, tutti gli altri discorsi ideologici (o post politici di parte con richiami ad articoli di giornali politicizzati di proprieta' dell'opposizione, sono stati sollevati da altri che non sono l'argomento di questo thead).
Caro borelgrnet, l'aggettivo "fanfarone", è di per sè tenuissimo rispetto alla valanga di insulti e odio social che si legge in questi tempi, quindi non mi pare il caso di fare del vittimismo soprattutto quando si è autori, come te, della perpetuazione di autentiche bufale che vanno fermate nella maniera che ho fatto io, con dati alla mano e non con chiacchiere da bar.

Inoltre è vero che qui si parla di pensioni ma, soprattutto, di coloro (i politici di maggioranza) che vogliono metterci le mani per fini unicamente propagandistici, visti i risultati risibili che otterranno sotto l'aspetto economico.

Lo ripeto: gli invidiosi e gli odiatori sociali ci sono sempre stati e sempre ci saranno, anche se non si capisce razionalmente per quale motivo una persona che ha studiato una vita e che ha lavorato dalla mattina alla sera per decenni raggiungendo posizioni dirigenziali, dovrebbe poi vergognarsi se percepisce una pensione dallo Stato 10 o 20 volte superiore ad un altro che ha fatto un lavoro altrettanto rispettabile ma non certo da dirigente; soprattutto, poi, quando quella pensione l'ha percepita in base (e nel rispetto) delle leggi vigenti a quel tempo, quindi senza commettere alcun reato.

Moltissime di quelle persone, aggiungo, hanno creato posti di lavoro mediante i quali gli operai hanno avuto un salario; ma oggi quegli stessi operai sono stati fomentati perchè il loro salario (e la loro pensione) è inferiore rispetto a quella del proprio datore di lavoro.

Aizzare l'odio sociale ed indirizzarlo contro i dirigenti rei di aver studiato e aver prodotto ricchezza e posti di lavoro pretendendo che abbiano una pensione massima di 4.000 euro (un'enormità vista dalla prospettiva di un operaio) è semplicemente stupido, oltre che inutile.

A che serve far studiare un figlio all'università, insegnargli il valore del lavoro e del sacrificio se poi un giorno arriva un governo di scimuniti che per partito preso e per soddisfare l'invidia e l'odio sociale (che loro stessi hanno alimentato) gli taglierà i benefici che egli stesso si è costruito? A niente.

Tutto questo è politica, perchè è la politica che determina il costo del pane, l'ammontare delle pensioni (di cui si discute in questo thread), il prezzo della politica, insomma ogni aspetto del vivere quotidiano. Quindi affermare che non bisogna parlare di politica in un argomento aperto sulle pensioni, causato dall'azione di un governo, è davvero incomprensibile.

E mi stupisco che persone con un'intelligenza media si facciano pilotare il cervello dalle parole (perchè sono solo parole) di persone inette ed incompetenti che stanno adesso al governo, che in molti casi possono vantare nel curriculum lavorativo esclusivamente la carica politica attuale.

Un esempio? Di Maio, noto studente fuoricorso e venditore di bibite al San Paolo, si è trovato sul proprio tavolo un dossier importante, quello dell'ILVA, dove il suo predecessore aveva, non solo ha trovato l’investitore (Arcelò Mittal) ma gli aveva fatto migliorare l'offerta arrivando ad ottenere zero esuberi e notevoli migliorie sul piano ambientale.

Adesso lo splendido Di Maio che fa? Lui che non sa cosa significa lavoro e sudore vuole buttare all'aria l'accordo dando in pasto all'opinione pubblica asserite irregolità (inesistenti) del bando di gara.

Lui, che non ha alcuna competenza nè esperienza lavorativa, rischia di far chiudere un colosso della siderurgia europeo buttando in mezzo alla strada 11.000 operai, mentre il suo mentore, Grillo, fantastica di riconvertire l'area ILVA a parco acquatico.

Ecco, tutto questo è economia, è lavoro, è politica, è industria e non si può davvero lasciarli in mano ad incompetenti messi lì da una srl milanese che sa benissimo come perculare il prossimo sui social. Questa è la realtà, mentre ai gonzi viene propinato l'odio e l'invidia sociale su cui sfogarsi (come le pensioni d'oro).

Una domanda: dopo aver dato in pasto all'opinione pubblica di odiatori ed invidiosi figure come parlamentari, magistrati, giornalisti, manager, banchieri, sindacalisti... quanto tempo impiegheranno a mettere sotto i riflettori i militari, i loro stipendi e le loro pensioni? Ve lo dico io, lo spazio di un tweet.

E poi hai voglia a dire che no, sono i generaloni i veri papaveri delle forze armate, perchè quando si aprirà la caccia al "militare nullafacente e con pensioni privilegiate" (lo scrivo perchè è già successo in passato), allora in tanti capiranno e piangeranno. E' sempre così, prima bisogna sbattere il grugno, poi si capisce.

Auguri!
Praticamente un comizio questa tua disamina del problema pensioni, io dico solo, facciamoli lavorare senza rovesciare fango e quant'altro come del resto stanno già facendo tutti i mainstream, dai giornaloni che ormai non compra più nessuno alle televisioni del vecchio regime di sinistra.

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk

Angelo1
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 188
Iscritto il: lun gen 29, 2018 11:01 am

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Angelo1 » mar ago 07, 2018 2:33 pm

Admin ha scritto:
borelgrnet ha scritto: Ricordo che la parola fanfarone non e' prevista dire da un Admin di un forum Militare...

Ricordo all' Admin di questo forum, che l'argomento di questo thead, aperto dal mitico Zen e' "taglio alle pensioni Militari" ed e' di questo che dobbiamo dibattere, tutti gli altri discorsi ideologici (o post politici di parte con richiami ad articoli di giornali politicizzati di proprieta' dell'opposizione, sono stati sollevati da altri che non sono l'argomento di questo thead).
Caro borelgrnet, l'aggettivo "fanfarone", è di per sè tenuissimo rispetto alla valanga di insulti e odio social che si legge in questi tempi, quindi non mi pare il caso di fare del vittimismo soprattutto quando si è autori, come te, della perpetuazione di autentiche bufale che vanno fermate nella maniera che ho fatto io, con dati alla mano e non con chiacchiere da bar.

Inoltre è vero che qui si parla di pensioni ma, soprattutto, di coloro (i politici di maggioranza) che vogliono metterci le mani per fini unicamente propagandistici, visti i risultati risibili che otterranno sotto l'aspetto economico.

Lo ripeto: gli invidiosi e gli odiatori sociali ci sono sempre stati e sempre ci saranno, anche se non si capisce razionalmente per quale motivo una persona che ha studiato una vita e che ha lavorato dalla mattina alla sera per decenni raggiungendo posizioni dirigenziali, dovrebbe poi vergognarsi se percepisce una pensione dallo Stato 10 o 20 volte superiore ad un altro che ha fatto un lavoro altrettanto rispettabile ma non certo da dirigente; soprattutto, poi, quando quella pensione l'ha percepita in base (e nel rispetto) delle leggi vigenti a quel tempo, quindi senza commettere alcun reato.

Moltissime di quelle persone, aggiungo, hanno creato posti di lavoro mediante i quali gli operai hanno avuto un salario; ma oggi quegli stessi operai sono stati fomentati perchè il loro salario (e la loro pensione) è inferiore rispetto a quella del proprio datore di lavoro.

Aizzare l'odio sociale ed indirizzarlo contro i dirigenti rei di aver studiato e aver prodotto ricchezza e posti di lavoro pretendendo che abbiano una pensione massima di 4.000 euro (un'enormità vista dalla prospettiva di un operaio) è semplicemente stupido, oltre che inutile.

A che serve far studiare un figlio all'università, insegnargli il valore del lavoro e del sacrificio se poi un giorno arriva un governo di scimuniti che per partito preso e per soddisfare l'invidia e l'odio sociale (che loro stessi hanno alimentato) gli taglierà i benefici che egli stesso si è costruito? A niente.

Tutto questo è politica, perchè è la politica che determina il costo del pane, l'ammontare delle pensioni (di cui si discute in questo thread), il prezzo della politica, insomma ogni aspetto del vivere quotidiano. Quindi affermare che non bisogna parlare di politica in un argomento aperto sulle pensioni, causato dall'azione di un governo, è davvero incomprensibile.

E mi stupisco che persone con un'intelligenza media si facciano pilotare il cervello dalle parole (perchè sono solo parole) di persone inette ed incompetenti che stanno adesso al governo, che in molti casi possono vantare nel curriculum lavorativo esclusivamente la carica politica attuale.

Un esempio? Di Maio, noto studente fuoricorso e venditore di bibite al San Paolo, si è trovato sul proprio tavolo un dossier importante, quello dell'ILVA, dove il suo predecessore aveva, non solo ha trovato l’investitore (Arcelò Mittal) ma gli aveva fatto migliorare l'offerta arrivando ad ottenere zero esuberi e notevoli migliorie sul piano ambientale.

Adesso lo splendido Di Maio che fa? Lui che non sa cosa significa lavoro e sudore vuole buttare all'aria l'accordo dando in pasto all'opinione pubblica asserite irregolità (inesistenti) del bando di gara.

Lui, che non ha alcuna competenza nè esperienza lavorativa, rischia di far chiudere un colosso della siderurgia europeo buttando in mezzo alla strada 11.000 operai, mentre il suo mentore, Grillo, fantastica di riconvertire l'area ILVA a parco acquatico.

Ecco, tutto questo è economia, è lavoro, è politica, è industria e non si può davvero lasciarli in mano ad incompetenti messi lì da una srl milanese che sa benissimo come perculare il prossimo sui social. Questa è la realtà, mentre ai gonzi viene propinato l'odio e l'invidia sociale su cui sfogarsi (come le pensioni d'oro).

Una domanda: dopo aver dato in pasto all'opinione pubblica di odiatori ed invidiosi figure come parlamentari, magistrati, giornalisti, manager, banchieri, sindacalisti... quanto tempo impiegheranno a mettere sotto i riflettori i militari, i loro stipendi e le loro pensioni? Ve lo dico io, lo spazio di un tweet.

E poi hai voglia a dire che no, sono i generaloni i veri papaveri delle forze armate, perchè quando si aprirà la caccia al "militare nullafacente e con pensioni privilegiate" (lo scrivo perchè è già successo in passato), allora in tanti capiranno e piangeranno. E' sempre così, prima bisogna sbattere il grugno, poi si capisce.

Auguri!
CONCORDO PIENAMENTE SU TUTTO !!!

Purtroppo però, come ho già detto ripetutamente, siamo al punto che chiunque provi a criticare minimamente l'operato di questo Governo passa semplicemente per un reazionario che vuole solo bloccare questo "nuovo corso che avanza". Come ho sempre scritto qui nessuno vuole fare politica, ci mancherebbe altro, ma basta analizzare gli interventi proposti per capire che quelli oggi al Governo altro non sono che dilettanti allo sbaraglio …

Anche in televisione con i soliti slogan populisti trascinano il pubblico con applausi che coprono le parole di chiunque provi a contraddirli; bastava assistere ad una qualsiasi puntata dei vari "Piazza pulita", "Non è l'arena" o "Di martedì" tanto che citarne qualcuno.

Faccio, infine, notare che i più "impazienti" dell'applicazione delle norme previste dal contratto di governo sono proprie gli elettori del M5S (vedasi, all'indomani delle ultime elezioni politiche, le file fuori dal CAF per riempire i moduli per ottenere il reddito di cittadinanza …)

Avatar utente
Zenmonk
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2380
Iscritto il: dom lug 13, 2014 2:38 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Zenmonk » mar ago 07, 2018 2:49 pm

costauno ha scritto:Buon giorno Zenmonk
in pratica ci stai anticipando che il taglio delle pensioni, avverrà anche a carico di chi ha effettuato il versamento regolarmente i contributi e ha riscattato tutti i periodi e fruisce ad esempio un assegno mensile lordo di 3.500 € ?
Saluti
Ciao Costa,
io leggo i giornali e tiro le somme tra a) quello che dicono (e non dicono), b) i soldi che gli servono per non essere mangiati vivi da chi li ha votati, c) gli scenari a brevissimo termine.
Il risultato è la previsione di un taglio brutale quanto incostituzionale.
I ricorsi? se ne sbattono, anche perchè questi non sanno neanche di cosa si parla, non sono giuristi e hanno chiaro solo il ticchettio dell'orologio della loro data di scadenza.
La tempesta perfetta di una convergenza (neppure troppo inedita) tra poteri forti, ex-68ini e manipolatori hi-tech porterà questa e altre conseguenze se non ci svegliamo.

pugliese
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 644
Iscritto il: lun set 07, 2015 11:31 am

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da pugliese » mar ago 07, 2018 4:05 pm

Concordo appieno
Admin ha scritto:
borelgrnet ha scritto:
Il punto non è fare o meno terrorismo psicologico ma non dobbiamo nemmeno tapparci occhi ed orecchie e non porci qualche domandina scomoda tipo dove troveranno tutti i quattrini necessari per flat tax, reddito di cittadinanza, abolizione Legge Fornero, ecc … ?
Il punto è proprio questo ed è strettamente collegato con quello delle pensioni. Di Maio sa benissimo che:
  • ammesso che sia costituzionale tagliare dei trattamenti pensionistici già erogati da anni, le risorse recuperate dalle pensioni da 4.000 euro netti sono solo degli spiccioli con i quali non riusciranno minimamente ad elevare le pensioni minime. Ricordo a tutti che il 63,4% degli assegni (11,5 milioni di pensionati) è inferiore a 750 euro
  • l'intera manovra sulle pensioni, anche sui sindacalisti, è solo l'ennesima boutade propagandistica per dissetare gli odiatori e gli invidiosi sociali (categoria sempre esistita)
Quindi, se permettete, il sottoscritto non è disposto a farsi prendere per il naso da questo individuo, perchè la matematica non è un'opinione; tutto quanto premesso senza considerare le risorse (enormi) necessarie a cancellare la Fornero e alla flat tax.
Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
Difendete le vostre idee ma state sempre pronti a cambiarle con quelle di un altro se vi sembrano migliori.
(François Fenelon)

costauno
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 241
Iscritto il: gio giu 22, 2017 12:18 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da costauno » mar ago 07, 2018 6:54 pm

In effetti la scure delle promesse da mantenere verso gli elettori, potrebbe indurre l'attuale dirigenza politica a scelte sciagurate e penalizzanti verso alcuni. Non esiste altra motivazione ed altro modo per raggranellare fondi. Ma anche di fronte a queste evenienze oggettivamente preoccupanti, cerco di rimanere ottimista. Grazie Zenmonk per la tua lucida analisi. Resto in ascolto. Saluti

Sempreme064
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Messaggi: 3291
Iscritto il: mar ago 26, 2014 3:01 pm

Re: a breve il taglio delle pensioni militari: teniamoci pro

Messaggio da Sempreme064 » mer ago 08, 2018 8:28 am

Rido.. io non sono né andato a votare e non arrivo a 1800 euro lorde al mese.. fanno bene a tagliare a questo vampiri, pensioni stattosferiche senza aver versato contributi, ma devono tagliare tutto e rivedere gli stipendi dei sanguisuga... un bambino dell'asilo ci arriva che siamo nella strada giusta..continuate così e fate giustizia sociale. Grazie

Rispondi