Link sponsorizzati

pensione dopo riforma per malattia.

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito ed i quesiti rivolti all'avvocato Giorgio Carta saranno evasi compatibilmente con i suoi impegni professionali. Riceveranno risposta solo i quesiti pubblicati nell’area pubblica, a beneficio di tutti i frequentatori del forum. Nel caso si intenda ricevere una consulenza riservata e personalizzata , l’avvocato Carta è reperibile ai recapiti indicati sul sito www.studiolegalecarta.com, ma la prestazione professionale è soggetta alle vigenti tariffe professionali.

pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda dariobad75 » ven gen 08, 2010 6:14 pm

Gentile Avvocato le propongo il seguente quesito.
Sono un App. S. dei Carabinieri con anni 16 e mezzo di servizio effettivo, in attesa del ricongiungimento di anni 2 e mezzo di lavoro civile prestato prima dell'arruolamento, che attualmente è in convalescenza per una malattia congenita facente parte dell'elenco delle imperfezioni inidonee al s.m.i., quindi con alta probabilità di riforma.
Ammesso che nel caso mi venga proposto il passaggio al ruolo civile accatterei di sicuro, a meno che il luogo di destinazione non fosse troppo lontano dal posto in cui abito con la mia convivente, dato che ho un mutuo da pagare.
Nel caso venga riformato, avendo diritto alla pensione ordinaria, sarebbe possibile intraprendere altra attività lavorativa senza che venga decurtata la pensione?
In caso si possa intraprendere attività lavorativa ma che venga decurtata la pensione,di quanto verrebbe decurtata?
E' possibile in qualche maniera prevedere a quanto ammonterebbe la pensione?

Ringrazio anticipatamente.
dariobad75
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer nov 25, 2009 7:59 pm

Link sponsorizzati

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda Roberto Mandarino » ven gen 08, 2010 10:31 pm

Caro collega,

per le pensioni di invalidità (come sarebbe la tua in caso di riforma totale per inidoneità al servizio militare), che hanno decorrenza dal 1.1.2001, vige il seguente regime di cumulo:
la pensione di invalidità con meno di 40 anni di contributi ed un reddito da lavoro dipendente comporta una trattenuta sulla pensione pari al 50% della quota eccedente il trattamento minimo;
la pensione di invalidità con meno di 40 anni di contributi ed un reddito da lavoro autonomo comporta una trattenuta sulla pensione pari all’importo più basso tra il 30% della quota eccedente il trattamento minimo ed il 30% del reddito da lavoro autonomo.

In caso di riforma totale avresti una pensione che orientativamente si aggirerebbe intorno alle 800-900 euro mensili più tredicesima. L'importo cambia a causa di tante varianti, quali indennità operative ecc, per maggior precisione puoi telefonare al Centro Nazionale Amministrativo Carabinieri di Chieti numero verde 800271661.

Se nel verbale di riforma totale redatto dalla Commissione Medico Militare per inidoneità al servizio, vi sarà anche una qualsiasi patologia (riconosciuta dipendente da causa di servizio da parte del Comitato di Verifica già denominato Comitato delle Pensioni Privilegiate), ascritta almeno ad ottava categoria ai fini di P.P.O. (Pensione Privilegiata Ordinaria), avrai diritto al 10% in più della pensione normale spettante.

Chi accetta il transito nei ruoli civili, passa nell' "aspettativa per il transito" (che solitamente dura un anno abbondante) e permane con l'ultimo stipendio che percepiva in servizio, questo fino al giorno in cui verrà convocato per firmare il contratto da impiegato civile quando potrà anche rifiutare tale transito e optare per la pensione di invalidità, comunque tutto questo periodo sarà considerato servizio militare effettivo.

In bocca a lupo Roberto
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.
Avatar utente
Roberto Mandarino
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 2074
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda dariobad75 » sab gen 09, 2010 12:43 am

Il mio orientamento sarebbe quello di passare al ruolo civile, compatibilmente alla vicinanza della eventuale sede che mi verrebbe assegnata.
Ti ringrazio molto Roberto per la tua risposta ti auguro un buon anno!
dariobad75
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer nov 25, 2009 7:59 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda Roberto Mandarino » sab gen 09, 2010 11:27 am

Ricambio gli auguri di Buon Anno 2010,

quando ti sarà comunicata la sede di destinazione potrai valutare meglio quale delle due opzioni scegliere.


Saluti Roberto
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.
Avatar utente
Roberto Mandarino
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 2074
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda dariobad75 » sab gen 09, 2010 4:51 pm

scusa se ti pongo un'ulteriore domanda Roberto.
Le 800 -900 Euro mensili sarebbero nette o lorde?
Ti ringrazio in anticipo, Ciao!
dariobad75
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer nov 25, 2009 7:59 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda Roberto Mandarino » sab gen 09, 2010 7:47 pm

Ovviamente saranno 800-900 euro nette.
Comunque per maggior precisione puoi chiamare il numero verde del Centro Nazionale Amministrativo di Chieti.

Considera che lo stipendio degli impiegati civili del Ministero Difesa è bassino rapportato anche al nostro grado da Appuntato, infatti ad ogni grado rivestito da militare corrisponde una qualifica da impiegato civile, come risulta nella Tab. A (allegata in basso) del Decreto Ministeriale 18.12.2002, tale decreto dispone le regole del transito.
Comunque manterrai lo stipendio che percepivi da Carabiniere fino a quando gli aumenti contrattuali che avrai da impiegato civile non lo raggiungeranno (passerà del tempo..).
Conviene comunque accettare il transito per guadagnare altra anzianità di servizio per aumentare l'importo della pensione militare e poi vista la destinazione, decidere.

In bocca al lupo Roberto


Tabella A
Ruolo Grado Livelli Retributivi
del personale militare Posizioni corrispondenti nei ruoli del personale civile
Ufficiale (1) Tenente colonnello IX C3
Maggiore IX C3
Capitano VIII C2
Tenente VIII C2
Sottotenente VII bis C1
Marescialli (2) Luogotenente VII bis C1
1° Maresciallo VII bis C1
Maresciallo Capo VII B3
Maresciallo Ordinario VI bis B3
Maresciallo VI B3
Sergenti (2) Sergente maggiore capo V B3
Sergente maggiore V B3
Sergente V B3
Volontari (2) Caporal maggiore capo scelto V B2
Caporal maggiore capo V B2
Caporal maggiore scelto V B2
1° Caporal maggiore V B2
(1) e gradi equipollenti (compresi gli aspiranti ed i frequentatori dei corsi);
(2) e gradi equipollenti (compresi musicisti ed i frequentatori dei corsi).

Purtroppo siamo l'ultima ruota del carro..
Un abbraccio Roberto
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.
Avatar utente
Roberto Mandarino
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 2074
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda dariobad75 » sab gen 09, 2010 9:32 pm

Grazie Roberto, ti sono veramente grato, per avermi delucidato!
Ti auguro tutto il bene possibile, Ciao!!!
dariobad75
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer nov 25, 2009 7:59 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda dariobad75 » ven gen 15, 2010 5:08 pm

Ciao Roberto, ho appena letto quanto riportato nella News Passaggio all’INPDAP per militari e forze dell’ordine, e non ho ben capito cosa cambia rispetto alla situazione attuale.
Le modalità per ottenere la pensione di invalidità sono le medesime e sarà sempre possibile il transito nel ruolo civile?
Ti ringrazio e ti saluto... Ciao!!!
dariobad75
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer nov 25, 2009 7:59 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda Roberto Mandarino » ven gen 15, 2010 5:39 pm

Non cambia quasi nulla, le pensioni militari oggi vengono amministrate per il primo anno dai rispettivi centri amministrativi militari e successivamente dall'inpdap, mentre quelle che avranno decorrenza dal 1.1.2010 verranno amministrate direttamente dall'inpdap.

Saluti Roberto
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.
Avatar utente
Roberto Mandarino
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 2074
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda dariobad75 » ven gen 15, 2010 9:19 pm

Ok.... grazie 1000 Roberto!!!
dariobad75
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer nov 25, 2009 7:59 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda dariobad75 » mar feb 02, 2010 1:11 pm

Buon giorno Roberto, volevo porti un ulteriore quesito riguardo la mia situazione:
Nel 1996 a seguito di un piccolo incidente stradale mi veniva diagnosticata una malformazione congenita per la quale mi venivano dati 60 gg di convalescenza.
Ai tempi venivo "graziato" dalla CMO dell'ospedale militare di Milano, dato a che a loro dire non sarei neanche dovuto essere stato mai arruolato.
Oggi dopo tutti questi anni, quella patologia, che tra l'altro è riconosciuta come malattia rara, mi ha portato seri problemi, ossia nel giugno scorso ho dovuto marcar visita per terribili dolori.
Ho fatto alcune visite mediche e gli specialisti mi hanno messo per iscritto di effettuare mansioni lavorative leggere (sconsigliatissimi lunghi periodi alla guida di vettura) onde evitare ulteriori peggioramenti.
Attualmente, come già sai, sono in convalescenza, volevo chiederti se secondo te ci sono i presupposti per chiedere la dipendenza da causa di servizio, dato che ai tempi venivo dichiarato idoneo mentre oggi la situazione è peggiorata?

Grazie in anticipo!
dariobad75
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer nov 25, 2009 7:59 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda Roberto Mandarino » mar feb 02, 2010 1:38 pm

La patologia per poter essere riconosciuta dipendente dal servizio necessità di un nesso causale.
Ad esempio: un paracadutista si lancia e nel precipitare si rompe una gamba.
E chiaro che nel tuo caso non vi è alcun nesso causale.
Tuttavia se questa domanda, con il nuovo art.39 del D.P.R. n.52 del 16.4.2009, può esserti utile ad ottenere lo stipendio intero durante tutta l'aspettativa malattia e successivamente anche in quella per il transito, ben venga.

Saluti Roberto
2.9.1963. Fa bene e scordati, fa male e pensaci.
Avatar utente
Roberto Mandarino
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 2074
Iscritto il: gio ott 22, 2009 4:01 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

Messaggioda dariobad75 » mar feb 02, 2010 2:36 pm

Ok, grazie per la risposta!
Buona giornata.
dariobad75
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mer nov 25, 2009 7:59 pm

Re: pensione dopo riforma per malattia.

 


Torna a L'AVVOCATO RISPONDE






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti

CSS Valido!