Link sponsorizzati

diniego causa di servizio

Moderatore: Avv. Giorgio Carta

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Carta verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.

diniego causa di servizio

Messaggioda Antovice » lun giu 19, 2017 12:06 pm

Buongiorno Avvocato,
Le chiedo parere circa quanto mi sta capitando ormai da 10 anni: ero un Vice Sovrintendente di PP e nel febb del 2007,dopo aver svolto per 5 anni servizio di scorta e tutela ad una alta carica del governo e dopo essere rientrato a servizio a turno in Istituto, all età di 34 anni sono stato vittima di infarto al miocardio - premetto che sono, ed ero, soggetto sano con fattori di rischio 0: non fumatore, non consumatore d' alcool, normo peso, sportivo (agonista Judo, ultima gara fatta nel nov 2010) - la CMO di Milano mi dichiarò inabile ai servizi di iIstituto, abile in forma parziale a tutti gli altri servizi di PP con tab A, 5 min., con 4 anni di p.p.o. Il CdV nel 2009 rigettò la causa di servizio adducendo che le motivazioni per la mia patologia non erano nè causa, nè concausa di servizio, ma erano da attribuire a: o fattori ereditari, o fattori congeniti, o vizi voluttuari, motivazioni che non appartengono alla mia persona. Inoltro quindi ricorso al Consiglio di Stato che avvalla quanto dichiarato dal CdV. Il mio legale mi dice che avverso le sentenze del Consiglio di Stato per le Cause di servizio, si può ricorrere alla Corte dei Conti come ultima spiaggia, ma, è notizia di qualche giorno fa che, questo ricorso non può avere seguito perchè, nella domanda per la causa di servizio non è esplicitata la richiesta di p.p.o. Sono stato, a causa del ordinamento vigente dell AP, costretto mio malgrado a passare ai ruoli civili, oltre ad aver avuto il danno dell' evento patologico, che ad oggi non condiziona assolutamente la mia vita - infatti continuo a fare sport con certificazione agonistica rilasciata dal Coni -, ha subito la beffa di non vedere riconosciuta la causa di servizio, considerando che il muscolo cardiaco non ha subito alcun danno e che l' occlusione dell' arteria, a parere di medici anche legali, è stato frutto di sovraccarico di stress per gli incarichi svolti che a seconda dell' individuo, può portare patologie diverse ( cardiache - gastrointestinali - dermatologiche etc.)
Alla luce di quanto sopra, Le chiedo se ci sono eventuali presupposti per continuare questa battaglia.
In attesa Le porgo cordiali saluti.


Link sponsorizzati
Antovice
Appena iscritto
Appena iscritto
 
Messaggi: 1
Iscritto il: dom giu 18, 2017 5:36 pm

Link sponsorizzati
  • Condividi su
  •   Vuoi avere più possibilità di risposta? Condividi questa pagina!
      

Torna a L'AVVOCATO RISPONDE






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 7 ospiti




CSS Valido!