Link sponsorizzati

Transito ai ruoli civili

Moderatore: avv. Massimo Vitelli

Regole del forum
Questo servizio è gratuito, quindi le domande che saranno rivolte all'Avv. Vitelli verranno evase compatibilmente con i suoi impegni professionali. Nel caso desideri approfondire il rapporto professionale, potrai metterti in contatto con l'avvocato ai recapiti che leggerai in calce ad ogni sua risposta.

Transito ai ruoli civili

Messaggioda Pietro1271 » mer set 06, 2017 8:35 pm

Salve Gent.mmo Avvocato, approfittando della sua professionalità e disponibilità, volevo porle una domanda: se un'appartenente alla Polizia Penit. Con circa 24 anni di servizio e 45 anni di età venisse riformato per patologia non dipendente da causa di servizio nel caso in cui il predetto transiti nei profili corrispondenti del comparto ministeri (c.d ruolo civile) in quel caso il dipendente quando potrebbe andare in pensione? Dovrà aspettare i 65 anni oppure basterebbero 37 anni di contributi effettivi? Grazie in anticipo ..
Pietro1271
Appena iscritto
Appena iscritto
 
Messaggi: 7
Iscritto il: mer feb 22, 2017 11:13 pm

Link sponsorizzati

Re: Transito ai ruoli civili

Messaggioda avv. Massimo Vitelli » gio set 07, 2017 10:41 am

Pietro1271 ha scritto:Salve Gent.mmo Avvocato, approfittando della sua professionalità e disponibilità, volevo porle una domanda: se un'appartenente alla Polizia Penit. Con circa 24 anni di servizio e 45 anni di età venisse riformato per patologia non dipendente da causa di servizio nel caso in cui il predetto transiti nei profili corrispondenti del comparto ministeri (c.d ruolo civile) in quel caso il dipendente quando potrebbe andare in pensione? Dovrà aspettare i 65 anni oppure basterebbero 37 anni di contributi effettivi? Grazie in anticipo ..

====================

Verrebbe collocato a riposo secondo i requisiti ordinari dei CIVILI, perdendo anche gli eventuali 5 anni di supervalutazione: 67/68 anni di età (se non di più) ovvero 43 anni circa di contribuzione !!!!!!! A meno che non venga successivamente dispensato per infermità ANCHE DALL'IMPIEGO CIVILE, essendo in proposito sicuramente sufficienti 20 anni di contribuzione !
Secondo la mia opinione (per quello che vale), lo ribadisco, il transito non appare una buona idea, anche se in effetti ognuno poi deve ritenersi liberissimo di farsi i suoi conti !!!
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it
Avatar utente
avv. Massimo Vitelli
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 198
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: Transito ai ruoli civili

Messaggioda Piero74 » gio set 07, 2017 1:11 pm

Buongiorno avvocato,
innanzitutto volevo anticipatamente ringraziala per il prezioso contributo che fornisce al forum.
Venendo al quesito proposto da Pietro1271, lei ha sottolineato il fatto che transitando nel c.d. ruolo civile, si perdono gli eventuali 5 anni di supervalutazione acquisiti durante la carriera nelle forze dio polizia. In merito a tale problematica, qualche mese fa, fu proposto da me analogo quesito e, con alcuni utenti del forum, giungemmo alla conclusione che tali periodi di supervalutazione non andavano persi. Nella fattispecie ci fu anche la testimonianza dell'utente spartagus, il quale riferì:
"....io sono riformato dall'arma dei CC con 26 anni di servizio all'atto della riforma avevo riscattato cinque anni,quando sono stato riformato per la seconda volta ho compiuto 30 anni di servizio tra 26 militare e quattro civile alla fine il conteggio e stato 30+5 totale 35 anni...".
Inoltre l'utente gianfrancozoppi molto dettagliatamente indicò i riferimenti normativi:
"....Gli aumenti del compito dei servizi sono disciplinati dal decreto legislativo 66 del 2010 ovvero dal codice dell ordinamento militare. In particolare dagli articoli 1849 fino al 1858. Per i militari con compiti di polizia di applica l aumento di cui all articolo 1857 che non fa altro che rimandare agli aumenti previsti dell articolo 3 comma 5 della legge 284 del 1977. In buona sostanza x è aumento di un quinto. La situazione dell aumento dovrebbe figurare nell estratto conto della posizione assicurativa che si può scaricare dal sito dell inps registrandosi. Mi sembra che sia l aumento con la maggiorazione con codice 22. Consiglio a tutti di registrarsi sul sito inps,ottenere il pin e scaricare la propria posizione al fine di verificare se tutto i periodi di servizio siano maggiorati con il codice 22.....".
Per quanto sopra indicato, volevo chiederle se lei ritiene in maniera categorica che, nel caso di transito da forza di polizia ad impiego civile, sempre nell'ambito dello stesso ministero e senza soluzione di continuità, tali periodi di supervalutazione (c.d. anni di scivolo) vengono persi ed eventuali normative in merito.

La ringrazio nuovamente per le eventuali risposte che vorrà fornire, al fine di fare chiarezza su un argomento che ritengo di interesse per molti utenti.
Piero74
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 14
Iscritto il: mar lug 12, 2016 11:10 am

Re: Transito ai ruoli civili

Messaggioda avv. Massimo Vitelli » gio set 07, 2017 3:05 pm

Piero74 ha scritto:Buongiorno avvocato,
innanzitutto volevo anticipatamente ringraziala per il prezioso contributo che fornisce al forum.
Venendo al quesito proposto da Pietro1271, lei ha sottolineato il fatto che transitando nel c.d. ruolo civile, si perdono gli eventuali 5 anni di supervalutazione acquisiti durante la carriera nelle forze dio polizia. In merito a tale problematica, qualche mese fa, fu proposto da me analogo quesito e, con alcuni utenti del forum, giungemmo alla conclusione che tali periodi di supervalutazione non andavano persi. Nella fattispecie ci fu anche la testimonianza dell'utente spartagus, il quale riferì:
"....io sono riformato dall'arma dei CC con 26 anni di servizio all'atto della riforma avevo riscattato cinque anni,quando sono stato riformato per la seconda volta ho compiuto 30 anni di servizio tra 26 militare e quattro civile alla fine il conteggio e stato 30+5 totale 35 anni...".
Inoltre l'utente gianfrancozoppi molto dettagliatamente indicò i riferimenti normativi:
"....Gli aumenti del compito dei servizi sono disciplinati dal decreto legislativo 66 del 2010 ovvero dal codice dell ordinamento militare. In particolare dagli articoli 1849 fino al 1858. Per i militari con compiti di polizia di applica l aumento di cui all articolo 1857 che non fa altro che rimandare agli aumenti previsti dell articolo 3 comma 5 della legge 284 del 1977. In buona sostanza x è aumento di un quinto. La situazione dell aumento dovrebbe figurare nell estratto conto della posizione assicurativa che si può scaricare dal sito dell inps registrandosi. Mi sembra che sia l aumento con la maggiorazione con codice 22. Consiglio a tutti di registrarsi sul sito inps,ottenere il pin e scaricare la propria posizione al fine di verificare se tutto i periodi di servizio siano maggiorati con il codice 22.....".
Per quanto sopra indicato, volevo chiederle se lei ritiene in maniera categorica che, nel caso di transito da forza di polizia ad impiego civile, sempre nell'ambito dello stesso ministero e senza soluzione di continuità, tali periodi di supervalutazione (c.d. anni di scivolo) vengono persi ed eventuali normative in merito.

La ringrazio nuovamente per le eventuali risposte che vorrà fornire, al fine di fare chiarezza su un argomento che ritengo di interesse per molti utenti.

================================

Salve.
Affermativo purtroppo !!!
Negli ultimi anni si è verificata sulla questione un'inversione di orientamento sia dell'INPS che dei rispettivi Comandi.
L'unica eccezione potrebbe forse riguardare l'eventuale concessione di una pensione PRIVILEGIATA correlata al periodo "militare": sul punto siamo in attesa della pronuncia decisiva e definitiva delle SEZIONI RIUNITE della Corte dei Conti, in quanto le più recenti sentenze della Corte (nonchè l'INPS) sostengono improvvisamente che, una volta transitati nei ruoli CIVILI, NON si poteva più richiedere la PPO, nemmeno per il periodo appunto "militare", poichè prevaleva in ogni caso li nuovo status di CIVILE a tutti gli effetti.
Speriamo che le SEZIONI RIUNITE si pronuncino in modo favorevole al Comparto.
Per il resto, sempre sulla base del principio da ultimo ricordato, confermo che attualmente deve ritenersi del tutto prevalente l'orientamento secondo cui nei ruoli CIVILI si perdono gli anni di supervalutazione militare in precedenza acquisiti, auspicando che anche in questo caso, ancora grazie alle SEZIONI RIUNITE, si torni presto alla buone antiche usanze!
Cordialità
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it
Avatar utente
avv. Massimo Vitelli
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 198
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: Transito ai ruoli civili

Messaggioda Piero74 » gio set 07, 2017 4:39 pm

La ringrazio per la precisa e puntuale risposta


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Piero74
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 14
Iscritto il: mar lug 12, 2016 11:10 am

Re: Transito ai ruoli civili

 


Torna a L'avv. Vitelli risponde






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

CSS Valido!