Link sponsorizzati

S.O.S. Amianto

S.O.S. Amianto

Messaggioda roobin81 » dom nov 06, 2011 2:16 pm

Comunicato Stampa

S.O.S. Amianto Fiamme Gialle - sentenza a sorpresa


La sentenza 186/2011/Pensioni, pubblicata il 10.10.2011 dalla Corte dei Conti del FVG di Trieste, ha respinto, a sorpresa, il ricorso dell’appuntato scelto in congedo della Guardia di Finanza B. F. (iscritto per motivi professionali nel Registro Regionale degli Esposti all’Amianto del FVG e affetto da varie patologie) finalizzato al riconoscimento dei diritti previdenziali per esposizione qualificata ultradecennale all’amianto per i periodi di servizio prestati dal 1985 al 2008, a Trieste, presso il Porto Nuovo/Molo F.lli Bandiera 15 e la caserma G. di F. “Campo Marzio” di via Fiamme Gialle 6. In merito alle notevoli evidenze, emerse in causa, a riguardo dell’inquinamento ambientale per amianto dei predetti siti, a nulla sono valsi, gli sforzi del difensore legale del graduato e del suo Consulente Tecnico per avvalorare la tesi di inquinamento ambientale (in particolare per quanto riguarda l’edificio di via Fiamme Gialle 6) superiore ai limiti di Legge (0,1 ff.ll sulle otto ore lavorative), ciò in opposizione ad una consulenza Tecnica d’Ufficio assolutamente ritenuta da rinnovare o da discutere, in subordine, per i necessari approfondimenti del caso. Riportiamo, in proposito, tratto dalla sentenza stessa, uno stralcio più che significativo sulle motivazioni reperibili in atti:

<<[...] Tuttavia anche ad ammettere, per ipotesi, la fondatezza degli argomenti del consulente del ricorrente in merito ad una risalente grave di degrado della centrale di trattamento dell’aria e quindi la rilevanza dell’esposizione lavorativa all’amianto su otto ore al giorno in tale Caserma, ciò potrebbe essere ovviamente ammesso, per il Sig. B., solo per i due o tre anni ivi trascorsi dal 16.10.1989 sino alla bonifica della Caserma dall’amianto attuata negli anni 2000/2001, nella quale fu rimosso l’impianto di condizionamento oggetto del discutere. Pertanto se anche, in ipotesi, si addivenisse a dichiarare essere sussistita una qualificata esposizione lavorativa all’amianto del ricorrente in tali due o tre anni, tale accertamento non consentirebbe al Sig. B. F. di accedere ai benefici previdenziali richiesti, in quanto l’art. 13, comma 8, della L. 257/1992, presuppone una accertata esposizione lavorativa all’amianto “per un periodo superiore a dieci anni”. [...]>>

Motivazioni molto difficili da accettare per il ricorrente (condannato tra le altre al pagamento delle proprie spese processuali e della tanto contestata Consulenza Tecnica d’Ufficio), che impediscono la



rinnovazione della CTU e, soprattutto, l’approfondimento delle risultanze emerse, richiesti vivacemente anche nell’interesse collettivo. E’ infatti singolare osservare come nel dispositivo finale il computo del periodo, dal 16.10.1989 al 2001, equivalga non certo ai “due o tre anni” dichiarati dal giudice, ma sicuramente a molto più di



dieci, cioè quanto basta per dar corso al riconoscimento stesso...

Trieste, 2 novembre 2011

Con preghiera di pubblicazione e/o divulgazione.


Link sponsorizzati
Avatar utente
roobin81
Appassionato
Appassionato
 
Messaggi: 99
Iscritto il: lun lug 04, 2011 8:19 pm

Link sponsorizzati
  • Condividi su
  •   Vuoi avere più possibilità di risposta? Condividi questa pagina!
      

Re: S.O.S. Amianto

Messaggioda Cobrani » sab mag 13, 2017 2:11 pm

Buongiorno
Chiedo scusa a tutti, ho bisogno che divulghiate il messaggio qui sotto allegato a tutti i vostri contatti, se potete partecipate in massa.

In questo periodo il personale delle Forze Armate sta correndo il serio pericolo che i danni da infortuni e malattie subite nel corso del servizio siano valutate dall'inail, con la conseguente eliminazione del Comitato di Verifica e della normativa pensionistica correlata.
In buona sostanza è in corso una manovra tesa alla banalizzazione dello status di militare e della condizione a questo sottesa.
Esiste un pdl ora in discussione presso le commissioni XI e XII della Camera.
E' necessario che tutti i militari, le vittime e i familiari sappiano il rischio che si sta correndo.
Abbiamo creato un gruppo FORZE ARMATE: NO ALL'INAIL
Forze Armate: No all'INAIL !!!
Che non si dica...NON LO SAPEVO !
Il momento giusto è arrivato. Ora o mai più.

Partecipa al SIT-IN a Roma, in Piazza Montecitorio, previsto mercoledi 17/05/2017 dalle 11.00 alle 17,30
per dire: No all'INAIL !!! per dire che c'è bisogno di tutt'altro !!!
Il 17 maggio, alle ore 14.30, l'AFeVA Sardegna e l'AFEA Nazionale, componenti del CAD, saranno audite dalle Commissioni Lavoro e Affari Sociali della Camera dei Deputati.
Partecipa !
Per supportare la costante azione delle Associazioni delle Vittime dell'amianto e degli altri fattori nocivi che hanno minato e minano la salute del personale delle Forze Armate e Sicurezza Nazionale.

Il momento giusto è ora!

Maggiori Informazioni su
http://www.afevasardegna.it/attachments ... HE'_ok.pdf
Grazie a tutti e ricordatevi di divulgare in massa.


Link sponsorizzati
Cobrani
Appassionato
Appassionato
 
Messaggi: 50
Iscritto il: lun feb 27, 2017 8:11 pm


Torna a GUARDIA DI FINANZA






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti




CSS Valido!