Link sponsorizzati

Libertà di cura

Libertà di cura

Messaggioda ariete74 » gio gen 05, 2017 3:58 am

Salve a tutti. Mi è stata diagnosticata da parte della struttura pubblica (CSM ASL) una sindrome ansiosa, con disturbo dell'adattamento etc, a fornte della quale, da parte del servizio psichiatrico, mi è stata prescritta una cura (psicofarmaci).
Il mio medico mi consiglia di non prenderli perchè a tutti gli effetti la causa generante di tutto è l'ambiente lavorativo militare, in mancanza del quale i sintomi succitati regrediscono quasi a scomparire.
Ho fatto due visite di controllo presso la prevista struttura sanitaria militare (sono in aspettativa da sei mesi e non vedo l'ora di essere congedato) dove sono stato letteralmente verbalmente aggredito per non essermi sottoposto alla cura, con minacce ed insinuazioni piu' o meno velate, offese tra le affermazioni piu' leggere mi è stato detto che non sarei dovuto essere arruolato, che non sono in grado di avere neanche una conversazione, l'interlocutore ha persino nominato la procura militare, ma non sono riuscito a capire molto perchè a quel punto ero in confusione totale, etcetcetc, a seguito delle quali due giorni dopo ho avuto un pesante attacco di panico (cosa che non mi accadeva da oltre due anni).
La domanda a cui mi piacerebbe avere una risposta è questa:
Visto che comunque non si tratta di aspirine e sinceramente oltre a vergognarmi di prenderle, se sto lontano da qualsiasi caserma il mio livello psichico e psicosomatico è buono, sono libero di non assumere gli psicofarmaci prescritti o potrei andare incontro a conseguenze per questo?
ariete74
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 20
Iscritto il: mar ago 23, 2016 12:42 pm

Link sponsorizzati

Re: Libertà di cura

Messaggioda STANCHISSIMO » gio gen 05, 2017 6:33 am

Complimenti hai fatto la scelta giusta, la devono smettere di affermare che non é causa di servizio, per questo ti hanno aggredito.

Inviato dal mio Lenovo A806 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
STANCHISSIMO
Consigliere
Consigliere
 
Messaggi: 795
Iscritto il: ven ago 09, 2013 9:07 pm

Re: Libertà di cura

Messaggioda salvo24 » gio gen 05, 2017 12:43 pm

ariete74 ha scritto:Salve a tutti. Mi è stata diagnosticata da parte della struttura pubblica (CSM ASL) una sindrome ansiosa, con disturbo dell'adattamento etc, a fornte della quale, da parte del servizio psichiatrico, mi è stata prescritta una cura (psicofarmaci).
Il mio medico mi consiglia di non prenderli perchè a tutti gli effetti la causa generante di tutto è l'ambiente lavorativo militare, in mancanza del quale i sintomi succitati regrediscono quasi a scomparire.
Ho fatto due visite di controllo presso la prevista struttura sanitaria militare (sono in aspettativa da sei mesi e non vedo l'ora di essere congedato) dove sono stato letteralmente verbalmente aggredito per non essermi sottoposto alla cura, con minacce ed insinuazioni piu' o meno velate, offese tra le affermazioni piu' leggere mi è stato detto che non sarei dovuto essere arruolato, che non sono in grado di avere neanche una conversazione, l'interlocutore ha persino nominato la procura militare, ma non sono riuscito a capire molto perchè a quel punto ero in confusione totale, etcetcetc, a seguito delle quali due giorni dopo ho avuto un pesante attacco di panico (cosa che non mi accadeva da oltre due anni).
La domanda a cui mi piacerebbe avere una risposta è questa:
Visto che comunque non si tratta di aspirine e sinceramente oltre a vergognarmi di prenderle, se sto lontano da qualsiasi caserma il mio livello psichico e psicosomatico è buono, sono libero di non assumere gli psicofarmaci prescritti o potrei andare incontro a conseguenze per questo?

Non credo possano obbligarti ad assumere i farmaci.... Lontani da quei ambienti si sta bene, è lì che ti fanno ammalare con gli abusi e le prepotenze ecc. Al limite ti portano a farti sforare il limite di aspettativa solo per non dover decidere loro e non riconoscere la colpa... Altrimenti devono pagare

Inviato dal mio G7-L01
salvo24
Riferimento
Riferimento
 
Messaggi: 307
Iscritto il: dom gen 27, 2013 12:26 am

Re: Libertà di cura

Messaggioda salvo24 » gio gen 05, 2017 12:45 pm

ariete74 ha scritto:Salve a tutti. Mi è stata diagnosticata da parte della struttura pubblica (CSM ASL) una sindrome ansiosa, con disturbo dell'adattamento etc, a fornte della quale, da parte del servizio psichiatrico, mi è stata prescritta una cura (psicofarmaci).
Il mio medico mi consiglia di non prenderli perchè a tutti gli effetti la causa generante di tutto è l'ambiente lavorativo militare, in mancanza del quale i sintomi succitati regrediscono quasi a scomparire.
Ho fatto due visite di controllo presso la prevista struttura sanitaria militare (sono in aspettativa da sei mesi e non vedo l'ora di essere congedato) dove sono stato letteralmente verbalmente aggredito per non essermi sottoposto alla cura, con minacce ed insinuazioni piu' o meno velate, offese tra le affermazioni piu' leggere mi è stato detto che non sarei dovuto essere arruolato, che non sono in grado di avere neanche una conversazione, l'interlocutore ha persino nominato la procura militare, ma non sono riuscito a capire molto perchè a quel punto ero in confusione totale, etcetcetc, a seguito delle quali due giorni dopo ho avuto un pesante attacco di panico (cosa che non mi accadeva da oltre due anni).
La domanda a cui mi piacerebbe avere una risposta è questa:
Visto che comunque non si tratta di aspirine e sinceramente oltre a vergognarmi di prenderle, se sto lontano da qualsiasi caserma il mio livello psichico e psicosomatico è buono, sono libero di non assumere gli psicofarmaci prescritti o potrei andare incontro a conseguenze per questo?

Non credo possano obbligarti ad assumere i farmaci.... Lontani da quei ambienti si sta bene, è lì che ti fanno ammalare con gli abusi e le prepotenze ecc. Al limite ti portano a farti sforare il limite di aspettativa solo per non dover decidere loro e non riconoscere la colpa... Altrimenti devono pagare

Inviato dal mio G7-L01
salvo24
Riferimento
Riferimento
 
Messaggi: 307
Iscritto il: dom gen 27, 2013 12:26 am

Re: Libertà di cura

Messaggioda ariete74 » ven gen 06, 2017 1:49 am

NOn ho neanche fatto causa di servizio.
ariete74
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 20
Iscritto il: mar ago 23, 2016 12:42 pm

Re: Libertà di cura

Messaggioda salvo24 » ven gen 06, 2017 1:10 pm

ariete74 ha scritto:NOn ho neanche fatto causa di servizio.

Tanto co sti chiari di luna....

Inviato dal mio G7-L01
salvo24
Riferimento
Riferimento
 
Messaggi: 307
Iscritto il: dom gen 27, 2013 12:26 am

Re: Libertà di cura

Messaggioda oreste.vignati » ven gen 06, 2017 5:37 pm

Gli obblighi di cura ci sono per i ricoveri coatti (TSO) e non del tutto.

Inviato dal mio SM-T560 utilizzando Tapatalk
oreste.vignati
Esperto del Forum
Esperto del Forum
 
Messaggi: 1359
Iscritto il: gio ago 21, 2014 8:34 am
Località: bologna

Re: Libertà di cura

Messaggioda ariete74 » sab gen 07, 2017 1:55 am

oreste.vignati ha scritto:Gli obblighi di cura ci sono per i ricoveri coatti (TSO) e non del tutto.

Inviato dal mio SM-T560 utilizzando Tapatalk


Infatti quando ci ho discusso l'ultima volta, gli ho detto che se volevano obbligarmi ad assumere farmaci, mi avrebbero dovuto fare un tso.
ariete74
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 20
Iscritto il: mar ago 23, 2016 12:42 pm

Re: Libertà di cura

Messaggioda oreste.vignati » sab gen 07, 2017 8:29 pm

Ottimo

Inviato dal mio SM-T560 utilizzando Tapatalk
oreste.vignati
Esperto del Forum
Esperto del Forum
 
Messaggi: 1359
Iscritto il: gio ago 21, 2014 8:34 am
Località: bologna

Re: Libertà di cura

Messaggioda ariete74 » lun gen 09, 2017 10:32 am

oreste.vignati ha scritto:Ottimo

Inviato dal mio SM-T560 utilizzando Tapatalk

L ultima teoria è: siccome non prendi psicofarmaci allora non hai niente.
Vi giuro mi sembra un film horror.
ariete74
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 20
Iscritto il: mar ago 23, 2016 12:42 pm

Re: Libertà di cura

Messaggioda JESSICA1995 » lun gen 09, 2017 11:49 am

Che ne sanno loro dei problemi che che hai? Tu sei considerato una pratica è una matricola? Di quello che hai passato e dei motivi che lo hanno scaturito fanno finta di nulla. Poi se succede qualcosa di grave....!!!
JESSICA1995
Riferimento
Riferimento
 
Messaggi: 367
Iscritto il: lun ott 26, 2015 5:19 pm

Re: Libertà di cura

Messaggioda lino » mar gen 10, 2017 1:41 pm

ariete74 ha scritto:
oreste.vignati ha scritto:Gli obblighi di cura ci sono per i ricoveri coatti (TSO) e non del tutto.

Inviato dal mio SM-T560 utilizzando Tapatalk


Infatti quando ci ho discusso l'ultima volta, gli ho detto che se volevano obbligarmi ad assumere farmaci, mi avrebbero dovuto fare un tso.


Ariete 74, perdona la franchezza, non devi discutere con loro!!!
Se non ricordi bene quello che viene detto poiché soffri di attacchi di panico o ti fanno girare i cosiddetti e poi parlano di procure militari, tutelati sempre!!
Ti conviene farti accompagnare da un medico legale o se non è possibile registra il tutto,magari visto che sono militari,potrebbero anche loro essere perseguiti dalla procura militare o no?
Ricorda che nessuno può obbligarti nell'assumere farmaci o fare analisi cliniche...


Fai bene a seguire le indicazioni del tuo medico spero sia uno specialista nel campo specifico.
Ciao e auguri.
lino
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 3456
Iscritto il: dom mar 07, 2010 12:25 am

Re: Libertà di cura

Messaggioda mixmax » mer gen 11, 2017 6:09 pm

Il problema è, come dire, che "documentalmente" complicato....
mixmax
Affidabile
Affidabile
 
Messaggi: 253
Iscritto il: sab apr 09, 2016 8:40 pm

Re: Libertà di cura

Messaggioda lino » mer gen 11, 2017 6:34 pm

mixmax ha scritto:Il problema è, come dire, che "documentalmente" complicato....


Se ti riferisci alla eventuale registrazione delle conversazioni,hai perfettamente ragione,ma perlomeno se ti dovessi trovare mobizzato, o minacciato, perlomeno avresti un nocumento con parole chiare che si potrebbe utilizzare senza dubbi alcuni.
lino
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 3456
Iscritto il: dom mar 07, 2010 12:25 am

Re: Libertà di cura

Messaggioda angri62 » mer gen 11, 2017 7:30 pm

===vorrei dire la mia, premesso che nessuno ti può obbligare ad assumere qualsiasi cosa.
1) per andare alla asl ci vuole un impegnativa del tuo medico.
2) se vai all'asl ci vai per curarti, altrimenti non vedo altre cause.
3) se il tuo medico è uno specialista perchè non ti scrive che non hai bisogno di farmaci.
4) se vai alla cmo, la commissione deve valutare attraverso la cura o altro se ci sono miglioramenti
5) nel caso ti rifiutassi di sottoporti a qualsiasi cura è sei capace di intendere e di volere, questa è scarsa collaborazione, scarso rendimento ecc..
ti consiglio solo di usare il buon senso.
buone cose
Avatar utente
angri62
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 5421
Iscritto il: lun apr 23, 2012 9:28 am

Re: Libertà di cura

 

Prossimo

Torna a GUARDIA DI FINANZA






Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

CSS Valido!