Link sponsorizzati

LGT. SISTEMA MISTO

LGT. SISTEMA MISTO

Messaggioda VIGE34 » sab mar 11, 2017 4:03 pm

Buon giorno a tutti i partecipanti al Forum.
Mi farebbe piacere sapere se c'e' qualche Lgt. con inizio contribuzione 01.10.1982 (gia comprensiva di servizio militare, quindi arruolamento 83) che maturando il requisito pensionistico in data 30.04.2018 cui si sommano i 15 mesi fino al 31.07.2019, andrebbe in pensione dal 1° agosto 2019, e conseguentemente, sfruttando gli abilissimi e preparatissimi colleghi di questo forum abbia avuto modo di conoscere l'importo pensionistico. Stiamo parlando chiaramente di una quota retributiva che nel peggiore dei casi, unitamente alle maggiorazioni di 1/5, non puo' eccedere i 16 anni totali. E chiaramente l'importo non terrebbe conto dell'imminente riordino.
Grazie a tutti


Link sponsorizzati
VIGE34
Appena iscritto
Appena iscritto
 
Messaggi: 5
Iscritto il: mer feb 08, 2017 8:23 pm

Link sponsorizzati
  • Condividi su
  •   Vuoi avere più possibilità di risposta? Condividi questa pagina!
      

Re: LGT. SISTEMA MISTO

Messaggioda SebFil » lun mar 13, 2017 1:35 pm

VIGE34 ha scritto:Buon giorno a tutti i partecipanti al Forum.
Mi farebbe piacere sapere se c'e' qualche Lgt. con inizio contribuzione 01.10.1982 (gia comprensiva di servizio militare, quindi arruolamento 83) che maturando il requisito pensionistico in data 30.04.2018 cui si sommano i 15 mesi fino al 31.07.2019, andrebbe in pensione dal 1° agosto 2019, e conseguentemente, sfruttando gli abilissimi e preparatissimi colleghi di questo forum abbia avuto modo di conoscere l'importo pensionistico. Stiamo parlando chiaramente di una quota retributiva che nel peggiore dei casi, unitamente alle maggiorazioni di 1/5, non puo' eccedere i 16 anni totali. E chiaramente l'importo non terrebbe conto dell'imminente riordino.
Grazie a tutti


Posso fornirti alcune dati indicativi, basandoli sul mio stato, molto simile al tuo per quanto riguarda il computo delle quote ("A" e "B") con il sistema retributivo, fino al 31/12/1995. Per quanto riguarda la quota calcolata con il sistema retributivo, entrano in gioco talune variabili al momento non note in quanto superano il triennio 2016-2018.
Sono Lgt in congedo dal 2/8/2016, arruolato 18/10/1983, con diritto a pensione ordinaria di vecchiaia calcolata con il sistema misto.
Dalle tue indicazioni presumo che anche tu abbia frequentato il 58° Corso AA.SS. "Montecimone", io IV Cp.
Se tu hai riscattato tutto il possibile, al 31/12/1995 hai maturato un'anzianità retributiva di anni 15 e mesi 6.
Posso fornirti alcuni dati di riferimento,
Considero quindi il tuo caso analogo al mio, e facendo riferimento ai miei dati, posso darti alcune cifre INDICATIVE, considerando soprattutto il variare di taluni indici, al momento non noti:
- Retribuzione pensionabile alla cessazione di € 41.553;
- retribuzione media di € 43.100;
- benefici ex art. 4 D.Lgs nr. 165/1995 (sei aumenti periodici di stipendio).
L'importo lordo annuo che ne deriva, solo per la parte retributiva del calcolo, si aggira ad € 15.000.
Manca, quindi la parte contributiva.

Il mio asegno, con aggiunta dei benefici per essermi congedato per raggiunti limiti di età, è di € 2.100 netti mensili. Altro mio pari corso, congedatosi nel 2015 con diritto a pensione ordinaria anticipata è di € 1.800.

Oltretutto il nostro assegno dovrebbe aumentare, anche se di poco, con il rinnovo del contratto, che ritengo mi coinvolgerà, proprio perchè aumenterebbe l'importo di uno dei dati sopra indicati.

Altro dato che ti possa interessare è, se tutto andrà a buon fine, il computo della parte retributiva applicando le aliquote di rendimento previste dall'art.54 del DPR 1092/1973, più vantaggiose di quelle previste dall'art.44 del medesimo DPR. attualmente applicate ostinatamente dall'INPS.

Spero averti fatto cosa utile.


Link sponsorizzati
SebFil
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 12
Iscritto il: lun mar 06, 2017 11:55 pm

Re: LGT. SISTEMA MISTO

Messaggioda guidoreni » lun mar 13, 2017 6:06 pm

Non parlrei di caso analogo,in quanto essendo posti in quiescenza per raggiunti limiti di età si ha diritto a percepire il cosiddetto quintuplicatore" ,che non é propriamente una cifra trascurabile.


Link sponsorizzati
guidoreni
Altruista
Altruista
 
Messaggi: 130
Iscritto il: sab set 05, 2015 7:16 pm

Re: LGT. SISTEMA MISTO

Messaggioda SebFil » lun mar 13, 2017 7:09 pm

Infatti, concordo pienamente con te. NON , dico NON si possono fare paragoni, proprio perchè molteplici sono le variabili in questione. Infatti ho indicato, e colgo l'occasione di ribadirlo che:
"L'importo lordo annuo che ne deriva, solo per la parte retributiva del calcolo, si aggira ad € 15.000.
Manca, quindi la parte contributiva.

Per la parte retributiva, quella che ho indicato non si discosta in modo importante dalla cifra che ho calcolato, in quanto non viene influenzata dai benefici per la pensione di vecchiaia. PER LA PARTE RETRIBUTIVA , mi sono astenuto da indicare alcun calcolo.
In tanti colleghi continuano a chiedermi quanto percepisco, per farsi un'idea. SOLO A TALE FINE ho riportato l'intero importo dell'assegno.
Pertanto, concordo con "guidoreni" per l'importo totale: NON E' UGUALE O SIMILE!!


Link sponsorizzati
SebFil
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 12
Iscritto il: lun mar 06, 2017 11:55 pm

Re: LGT. SISTEMA MISTO

Messaggioda guidoreni » lun mar 13, 2017 9:57 pm

Ti segnalo ,un caso quasi simile al tuo, sempre nel settore finanza. L'ho notato per caso , pseudonimo "giggio" se non erro , stesso grado con un anno di anzianità maggiore della tua (così mi sembra) ,sistema misto ecc ecc.
La risposta è fornita dal preparatissimo angri che stima in 2.087,00 euro netti la pensione netta mensile. Buona serata a tutti.


Link sponsorizzati
guidoreni
Altruista
Altruista
 
Messaggi: 130
Iscritto il: sab set 05, 2015 7:16 pm

Re: LGT. SISTEMA MISTO

Messaggioda VIGE34 » lun mar 13, 2017 10:17 pm

Ringrazio SebFil e guidoreni per gli interventi e preciso meglio la mia posizione.

Premetto che aspettare i 60 anni o andare prima e' una scelta personale di ognuno di noi senza sottovalutare l'aspetto economico che ne deriverebbe da una pensione di vecchiaia.
Arrivato a questo punto mi ritengo già fortunato ad essere un buon misto perchè i contributivi puri la vedranno ancora piu' dura purtroppo.
Sono un classe 1963 con arruolamento 01.10.1984 che con un anno di militare diventa 1983.
Sono del 61° Corso AA.SS. (1986/1988) - Lgt. dal 01.01.2010
Al 31.12.1995 possiedo 12 anni e 3 mesi effettivi + 3 anni e 5 mesi di maggiorazioni per 1/3 e 1/5 che mi portano ad un servizio utile di 15 anni e 8 mesi.
Attualmente maturei i requisiti il 30.04.2019 + 15 mesi di finestra mobile = 01.08.2020.
Ipotizzando un'ulteriore finestra dal 2019 potrei arrivare a fine 2020 con una parte contributiva di 25 anni e mezzo (con le maggiorazioni) ed un montante contributivo che supererebbe abbondantemente i 310.000 Euro.
Il tutto ad un età anagrafica di 57 anni con piu' di 37 anni effettivi e e più di 43 contributivi (con i riscatti) ai fini tfs
Una pensione netta che si attesti (con moglie e figlia a carico) sui 2000 euro, non mi fa venire voglia con l'attuale modo di lavorare, di rimanere per ulteriori 3 anni.
Tenuto conto che siamo in piena riparametrazione e nel mio caso (per i prossimi 3 anni ) si prevede un discreto aumento del montante contributivo.
Grazie ancora a tutti


Link sponsorizzati
VIGE34
Appena iscritto
Appena iscritto
 
Messaggi: 5
Iscritto il: mer feb 08, 2017 8:23 pm

Re: LGT. SISTEMA MISTO

Messaggioda SebFil » lun mar 13, 2017 11:02 pm

Beh! attenzione che un anno in più o in meno di periodo contributivo fino al 31/12/1995 fa variare, anche se non significativamente l'importo della quota calcolata con il sistema retributivo. Ciononostante, ritengo che l'importo si aggirerebbe a poco meno di € 15.000 LORDI ANNUI.
A questo và sommato la parte da determinare con il sistema retributivo: dal 01/01/1996 alla data del congedo. Non è possibile determinare, se non con GROSSOLANA misura, quest'ultimo importo in quanto determinabile applicando parametri e coefficienti che dal 01/01/2019 varieranno, e non si sà in che misura.
Come vedi, stando anche a quanto riferito anche da "guidoreni", AD OGGI, andare in congedo per vecchiaia significa percepire un assegno di pensione di poco più di € 2.000/2.100; andare anticipatamente, ma comunque dopo aver maturato i requisiti - anzianità contributiva ed età -, significa percepire AD OGGI un assegno di poco più di € 1.800.
Ti capisco. E' solo e strettamente personale la scelta se andare in pensione anticipata o per vecchiaia.
Bisogna guardare la propria "tasca" e valutare lo stato di sopportazione, lo spirito di servizio e quant'altro.

meditate, gente, meditate.

Purtroppo mi dispiace per i colleghi giovani. Io, purtroppo sono tra quei casi che subiscono l'effetto della riforma e per un pelo non hanno goduto dei vantaggi del vecchio sistema.
Comunque non possiamo lamentarci.

In bocca al lupo


Link sponsorizzati
SebFil
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 12
Iscritto il: lun mar 06, 2017 11:55 pm


Torna a GUARDIA DI FINANZA






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti




CSS Valido!

cron