Link sponsorizzati

Vittime del dovere

Re: Vittime del dovere

Messaggioda Salvo82 » mar mag 09, 2017 2:10 pm

Comunque grazie veramente a tutti vi aggiorno a breve stamattina ho chiamato la prefettura e mi hanno informato che hanno provveduto a spedire la documentazione al ministero speriamo bene e ancora grazie


Link sponsorizzati
Salvo82
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 18
Iscritto il: mer mag 03, 2017 7:22 pm

Link sponsorizzati
  • Condividi su
  •   Vuoi avere più possibilità di risposta? Condividi questa pagina!
      

Re: Vittime del dovere

Messaggioda avt8 » gio mag 11, 2017 7:30 pm

Questa sera mi e giunta una e-mail da parte dello studio legale GUERRA, il quale mi comunica che per il riconoscimento di vittima del dovere e sufficiente la causa di servizio.-
Io non essendo un legale, mi chiedo come sia possibile che uno studio importante e conosciuto, affermi ciò-
Nel caso fosse vero tale affermazioni, le vittime del dovere nel 2017 dovrebbero aumentare di circa 4000 unita-Cosa dite voi ?


Link sponsorizzati
avt8
Esperto del Forum
Esperto del Forum
 
Messaggi: 1942
Iscritto il: gio gen 30, 2014 9:36 pm

Re: Vittime del dovere

Messaggioda christian71 » gio mag 11, 2017 7:33 pm

Si, l'ho ricevuta anche io quell'email...

Inviato dal mio SM-N910F utilizzando Tapatalk


Link sponsorizzati
Avatar utente
christian71
Veterano del Forum
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3305
Iscritto il: sab ago 24, 2013 9:23 am

Re: Vittime del dovere

Messaggioda avv. Massimo Vitelli » gio mag 11, 2017 7:45 pm

E' indubbio che la recentissima sentenza n.759/2017 della Cassazione a Sezione Unite abbia finalmente eliminato i parametri eccessivamente restrittivi dei precedenti giurisprudenziali sulla materia.
Pur non potendosi certamente riconoscere lo status di VITTIMA DEL DOVERE in relazione soltanto ad una MERA E SEMPLICE DIPENDENZA DA CAUSA DI SERVIZIO, è vero che con tale decisione si consentirà di raggiungere l'obiettivo qualora le infermità si siano verificate in costanza di condizioni di servizio che hanno esposto l'interessato a rischi superiori all’ordinario. SI amplierà così senz'altro la platea degli aventi diritto.


Link sponsorizzati
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it
Avatar utente
avv. Massimo Vitelli
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 111
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: Vittime del dovere

Messaggioda antoniomlg » gio mag 11, 2017 9:49 pm

avv. Massimo Vitelli ha scritto:E' indubbio che la recentissima sentenza n.759/2017 della Cassazione a Sezione Unite abbia finalmente eliminato i parametri eccessivamente restrittivi dei precedenti giurisprudenziali sulla materia.
Pur non potendosi certamente riconoscere lo status di VITTIMA DEL DOVERE in relazione soltanto ad una MERA E SEMPLICE DIPENDENZA DA CAUSA DI SERVIZIO, è vero che con tale decisione si consentirà di raggiungere l'obiettivo qualora le infermità si siano verificate in costanza di condizioni di servizio che hanno esposto l'interessato a rischi superiori all’ordinario. SI amplierà così senz'altro la platea degli aventi diritto.


mha......
a me sembra che la cassazione nell'ultima sentenza sul ricorso patrocinato dallo Studio Legale Bava Andrea.
abbia in definitiva "sancito/chiarito" che solo e soltanto per le attività definiti all'articolo 563,
a. nel contrasto ad ogni tipo di criminalità;
b. nello svolgimento di servizi di ordine pubblico;
c. nella vigilanza ad infrastrutture civili e militari;
d. in operazioni di soccorso;
e. in attività di tutela della pubblica incolumità;
f. a causa di azioni recate nei loro confronti in contesti di impiego
internazionale non aventi, necessariamente, caratteristiche di ostilità.

non serve che il rischio affrontato vada oltre l'ordinario...

per il resto tutto rimane come è e come era.....


Link sponsorizzati
Avatar utente
antoniomlg
Veterano del Forum
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3040
Iscritto il: ven set 03, 2010 10:18 am

Re: Vittime del dovere

Messaggioda avv. Massimo Vitelli » gio mag 11, 2017 10:15 pm

antoniomlg ha scritto:
avv. Massimo Vitelli ha scritto:E' indubbio che la recentissima sentenza n.759/2017 della Cassazione a Sezione Unite abbia finalmente eliminato i parametri eccessivamente restrittivi dei precedenti giurisprudenziali sulla materia.
Pur non potendosi certamente riconoscere lo status di VITTIMA DEL DOVERE in relazione soltanto ad una MERA E SEMPLICE DIPENDENZA DA CAUSA DI SERVIZIO, è vero che con tale decisione si consentirà di raggiungere l'obiettivo qualora le infermità si siano verificate in costanza di condizioni di servizio che hanno esposto l'interessato a rischi superiori all’ordinario. SI amplierà così senz'altro la platea degli aventi diritto.


mha......
a me sembra che la cassazione nell'ultima sentenza sul ricorso patrocinato dallo Studio Legale Bava Andrea.
abbia in definitiva "sancito/chiarito" che solo e soltanto per le attività definiti all'articolo 563,
a. nel contrasto ad ogni tipo di criminalità;
b. nello svolgimento di servizi di ordine pubblico;
c. nella vigilanza ad infrastrutture civili e militari;
d. in operazioni di soccorso;
e. in attività di tutela della pubblica incolumità;
f. a causa di azioni recate nei loro confronti in contesti di impiego
internazionale non aventi, necessariamente, caratteristiche di ostilità.

non serve che il rischio affrontato vada oltre l'ordinario...
superiori all'ordinario.
per il resto tutto rimane come è e come era.....


===========
Mi scusi, ma se avrá modo di esaminare la sentenza n.759/2017, constaterá agevolmente che la fattispecie ivi contemplata è quella dei soggetti equiparati secondo il comma 564 (si trattava di un militare addirittura di leva, attinto da esplosivo nel corso di una esercitazione).
Ecco perché, ai sensi della previsione di cui al citato comma 564, la decisione in commento non ritiene che si debbano più richiedere MISSIONI da "GUERRE STELLARI" (come avveniva in passato da parte dei Ministeri interessati), ma solo condizioni di servizio che espongono l'interessato a rischi superiori all'ordinario.
Mi auguro di essere stato ancora più chiaro e preciso.
Cordialitá


Link sponsorizzati
Studio legale: Teramo, via Fonte Regina n° 23
E-mail: massimovitelli@alice.it
Avatar utente
avv. Massimo Vitelli
Staff Moderatori
Staff Moderatori
 
Messaggi: 111
Iscritto il: ven apr 07, 2017 12:51 pm

Re: Vittime del dovere

Messaggioda umtambor » ven mag 12, 2017 8:18 am

Anch'io creda che la sentenza sia chiarissima e ponga una pietra tombale sulla definizione di vittime ex comma 563: non serve alcun rischio aggiuntivo, non avendo l'Amministrazione la discrezionalità di decidere a chi concedere i benefici e a chi no. Una volta stabilito che l'evento c'è stato e che c'è il nesso di causalità con una delle fattispecie previste dal comma 563 (nel contrasto ad ogni tipo di criminalità, ecc), il Ministero è tenuto al riconoscimento dello status di VDD: il rischio specifico è invece richiesto per gli equiparati ex comma 564 ("in qualunque missione").
Quindi, teoricamente ma non poi più di tanto, anche la semplice causa di servizio può permettere il riconoscimento dello status di VDD.


Link sponsorizzati
Avatar utente
umtambor
Riferimento
Riferimento
 
Messaggi: 393
Iscritto il: lun feb 24, 2014 1:39 pm

Re: Vittime del dovere

Messaggioda Cobrani » sab mag 13, 2017 12:29 pm

Buongiorno
Chiedo scusa a tutti, ho bisogno che divulgate il messaggio qui sotto allegato a tutti i vostri contatti, se potete partecipate in massa.
In questo periodo il personale delle Forze Armate sta correndo il serio pericolo che i danni da infortuni e malattie subite nel corso del servizio siano valutate dall'inail, con la conseguente eliminazione del Comitato di Verifica e della normativa pensionistica correlata.
In buona sostanza è in corso una manovra tesa alla banalizzazione dello status di militare e della condizione a questo sottesa.
Esiste un pdl ora in discussione presso le commissioni XI e XII della Camera.
E' necessario che tutti i militari, le vittime e i familiari sappiano il rischio che si sta correndo.
Abbiamo creato un gruppo FORZE ARMATE: NO ALL'INAIL
Forze Armate: No all'INAIL !!!
Che non si dica...NON LO SAPEVO !
Il momento giusto è arrivato. Ora o mai più.

Partecipa al SIT-IN a Roma, in Piazza Montecitorio, previsto mercoledi 17/05/2017 dalle 11.00 alle 17,30
per dire: No all'INAIL !!! per dire che c'è bisogno di tutt'altro !!!
Il 17 maggio, alle ore 14.30, l'AFeVA Sardegna e l'AFEA Nazionale, componenti del CAD, saranno audite dalle Commissioni Lavoro e Affari Sociali della Camera dei Deputati.
Partecipa !
Per supportare la costante azione delle Associazioni delle Vittime dell'amianto e degli altri fattori nocivi che hanno minato e minano la salute del personale delle Forze Armate e Sicurezza Nazionale.

Il momento giusto è ora!

Maggiori Informazioni su
http://www.afevasardegna.it/attachments ... HE'_ok.pdf
Grazie a tutti e ricordatevi di divulgare in massa.


Link sponsorizzati
Cobrani
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 47
Iscritto il: lun feb 27, 2017 8:11 pm

Precedente

Torna a CARABINIERI






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: 1965, Bing [Bot], Diablo11, Google [Bot], salvo2017 e 23 ospiti




CSS Valido!

cron