Link sponsorizzati

Risposta Inps ricalcolo pensioni 81/83

Risposta Inps ricalcolo pensioni 81/83

Messaggioda guidoreni » mar mar 14, 2017 6:53 pm

INPS
Istituto Nazionale Previdenza Sociale
Direzione centrale Pensioni Normativa e contenzioso
amministrativo
Oggetto: percentuali penslonistlche pensioni militari e forze di polizia.
In esito alla problematica sollevata, si comunica che questo Istituto ha provveduto a
confermare la correttezza del calcolo penslonlstico operato dall'applicativo 57 nel caso
rappresentato dall'articolo pubblicato in data 22/12/2016 sul sito
web: http:/ /infodifesa.it/pensioni-milltari-inps-deve-rifare-i-conti, l ad dove un sottufficlale
dell'Arma dei Carabinieri (in quiescenza nell'anno 2013) lamentava un'erronea applicazione
della percentuale necessaria per la formazione della base pensionabile della quota
retributiva della propria pensione, confermando l'aliquota pensionistica dello 0,35600 per
una anzianità contributiva pari ad anni 15 e mesi 4 al 31/12/1995, in un sistema di calcolo
misto della pensione, così come calcolata dall'applicativo.
Da una corretta disamina del caso infatti, il suddetto sottufficiale è risultato non
destinatario del disposto di cui all'art. 54 del D.P.R. n. 1092/1973, atteso che lo stesso non
è cessato nell'arco temporale previsto dal suddetto articolo "almeno 15 e non più di 20
anni di servizio utile", bensì con una anzianità contributiva comprensiva di maggiorazioni
(servizio utile) di anni 35 e mesi 3.
Con riferimento, poi, a quanto riportato nell'articolo sopra menzionato, si allega una
disamina si spera esaustiva e definitiva, della problematica posta all'esame di questa
Direzione Centrale, con riferimento al personale della Polizia di Stato.
Come noto a seguito delle intervenute riforme pensionistiche, in primis della legge n.
335/1995, che ha introdotto il sistema di calcolo contributivo, ogni lavoratore risulta
destinatario di un diverso sistema di calcolo della pensione in base alla anzianità
contributiva dallo stesso posseduta al 31/12/1995.
In particolare:
• a chi ha almeno 18 anni di contribuzione al 31 dicembre 1995 continua ad applicarsi
il «sistema retributivo» a tutto il 31/12/2011, con applicazione della quota
contributiva per le anzianità maturate dal 01/01/2012;
via Ciro il Grande, 21 - 00144 Roma
faxserver 06 95066772

INPS
Istituto Nazionale Previdenza Sociale
Direzione centrale Pensioni Normativa e contenzioso
amministrativo dell'AGO e dei Fondi speciali e
normativa delle gestioni esclusive dell'AGO
• a chi ha meno di 18 anni di contribuzione al 31 dicembre 1995 si applica invece un
«sistema dì calcolo misto»: retributivo per le anzianità di servizio maturate fino al
31/12/2011 e contributivo per le anzianità maturate successivamente;
• Infine, a coloro che hanno cominciato a lavorare dopo il 31 dicembre 1995, o per
coloro che optino per tale sistema, si applica il sistema di calcolo interamente
contributivo, laddove non operano le aliquote di rendimento pensionlstico.
L'aliquota pensionistica di rendimento serve per la determinazione delle quote di pensione
(quote A e B) retributive ed è un valore che aumenta in relazione alla effettiva
contribuzione.
Ciò posto, nel caso della pensione con sistema retributivo/misto 2012 l'aliquota di
rendimento viene applicata a tutto il 31/12/2011, individuata sulla base della anzianità
contributiva totale esistente a tale data.
Nel sistema misto (meno di 18 anni di contribuzione al 31/12/1995), l'aliquota di
rendimento viene applicata a tutto il 31/12/1995, individuata sulla base della anzianità
contributiva complessiva maturata a tale data.
Per quanto concerne l'applicazione delle percentuali di pensionabilità nel sistema
retributivo, il T.U. (DPR n. 1092/1973) opera una distinzione fra personale civile (art. 44)
e personale militare (art. 54), per quanto concerne la misura del trattamento normale.
Con riferimento al personale appartenente alla Polizia di Stato, per l'individuazione delle
suddette aliquote è necessario ricordare lo status degli appartenenti alla P.S. prima e dopo
l'entrata in vigore della legge n. 121/1981 (c.d. «smilitarizzazìone»).
Il personale appartenente al ruolo degli agenti, degli assistenti, dei sovrintendenti, e degli
ispettori provenienti dal Disciolto Corpo delle Guardie di P.S., fino a 15 anni, matura il 35%
(2,333 * 15), per arrivare a 20 anni con il 44%; quindi, dal 21° anno si applica il 3,60%,
a tutto il 31/12/1997; dal 01/01/1998 al 31/12/2011, il 2%; e dal 01/01/2012, per le
anzianità di servizio maturate da tale data, il contributivo pro-rata (no aliquota).
A tale personale non si applica il disposto dell'art. 54 DPR n. 1092/1973, dal momento che
opera l'art. 7, c. l della legge n. 569/1982, che prevede l'applicazione dell'art. 6 della legge
3 novembre 1963, n. 1543.
A tale personale si applica il 3,60% dal 21 o anno di servizio, come il personale militare. In
altri termini, al personale della Polizia di Stato (personale civile ad ordinamento speciale)
non sono applicabili le "norme mìlìtarì", se non specificamente previsto.
Di contro per il personale della Polizia di Stato assunto a far data dal 25/06/1982, peraltro
solo se rientra nel sistema retributivo fino a 15 anni, matura il 35% (2,333 * 15), per
arrivare a 20 anni con 1144%; dal 21° anno si applica il 1,8% a tutto il 31/12/2011; e dal
via Ciro il Grande, 21 - 00144 Roma
faxserver 06 95066772
e-mail: normativapensioni-gdp@inps.it
INPS
Istituto Nazionale Previdenza Sociale
Direzione centrale Pensioni Normativa e contenzioso
amministrativo dell'AGO e dei Fondi speciali e
normativa delle gestioni esclusive dell'AGO
01/01/2012, per le anzianità di servizio maturate da tale data, Il contributivo pro-rata (no
aliquota).
E' di tutta evidenza che per il personale assunto dopo il 25/06/1982- in assenza di servizi
pregressi da ricongiungere/computare, destinatario del sistema misto per ovvie ragioni di
servizio, dal 01/01/1996 non troveranno più applicazione le aliquote pensionistiche. Ciò
premesso, in un sistema di calcolo misto, (applicabile, come detto, alla quasi totalità del
personale assunto dopo la data del 25/06/1982) qualora intervenisse la cessazione dal
servizio con diritto a pensione con una anzianità di servizio di anni 15 e mesi 4 al
31/12/1995, la corretta aliquota pensionistica da applicare è 0,35600, così come avviene
per il sottufficiale dell'Arma dei Carabinieri.

via Ciro il Grande, 21 - 00144


Link sponsorizzati
guidoreni
Altruista
Altruista
 
Messaggi: 116
Iscritto il: sab set 05, 2015 7:16 pm

Link sponsorizzati
  • Condividi su
  •   Vuoi avere più possibilità di risposta? Condividi questa pagina!
      

Re: Risposta Inps ricalcolo pensioni 81/83

Messaggioda Filippogianni » mar mar 14, 2017 7:20 pm

Non so più che pensare di questa storia infinita mi sembra di capire che c'è stato molto tanto fumo e niente arrosto alla fine non c'è nulla per chi arruolato 1981/1983 , e mi sembra di capire neanche per il sottufficlale dei carabinieri .


Link sponsorizzati
Filippogianni
Consigliere
Consigliere
 
Messaggi: 713
Iscritto il: mar mar 01, 2016 5:48 pm

Re: Risposta Inps ricalcolo pensioni 81/83

Messaggioda JESSICA1995 » mar mar 14, 2017 7:30 pm

Non vogliono tirare fuori i soldi. L'unica speranza è la Corte dei Conti ma a questo punto la vedo dura. Quindi al collega Berti avranno revocato tutto e si riprenderanno tutto ! Mah ! Staremo a vedere .


Link sponsorizzati
JESSICA1995
Affidabile
Affidabile
 
Messaggi: 275
Iscritto il: lun ott 26, 2015 5:19 pm

Re: Risposta Inps ricalcolo pensioni 81/83

Messaggioda Filippogianni » mar mar 14, 2017 8:50 pm

JESSICA1995 ha scritto:Non vogliono tirare fuori i soldi. L'unica speranza è la Corte dei Conti ma a questo punto la vedo dura. Quindi al collega Berti avranno revocato tutto e si riprenderanno tutto ! Mah ! Staremo a vedere .


Purtroppo Si.


Link sponsorizzati
Filippogianni
Consigliere
Consigliere
 
Messaggi: 713
Iscritto il: mar mar 01, 2016 5:48 pm


Torna a CARABINIERI






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti




CSS Valido!