Link sponsorizzati

Ricorso pensione già congedati

Ricorso pensione già congedati

Messaggioda Ettore63 » mer apr 12, 2017 8:45 am

Buon giorno,
ho ricevuto la seguente email dall'avvocato Mandolesi, cosa ne pensate, sarà il solito buco nell'acqua...

Gentile Assistito,

Faccio seguito alla intercorsa corrispondenza per segnalare quanto segue.

E’ un fatto notorio che per i dipendenti del Comparto sicurezza e difesa non sono state ancora avviate le procedure di concertazione per istituire le c.d. forme pensionistiche complementari su base collettiva (i c.d. Fondi pensione) e, pertanto, questi lavoratori – a differenza di tutti gli altri dipendenti pubblici – non potranno, se ancora in servizio, e non hanno potuto, se già collocati in congedo, compensare il minore importo della pensione da percepire o percepita per effetto del mutato sistema di calcolo della stessa, da “retributivo” a “contributivo”.

Ecco perché, nel corso degli ultimi nove anni, sono stati patrocinati vari giudizi amministrativi e, da ultimo, pensionistici, tutti finalizzati alla censura di questo illegittimo inadempimento.

Ed ora, proprio con riferimento a questi ultimi giudizi (ricorsi Pensioni - Risarcimento danni), instaurati dinanzi alla Magistratura contabile, è emerso che:

- alcune delle Corti dei Conti territoriali presso cui sono stati depositati i primi ricorsi (Toscana e Marche) hanno già emesso le rispettive sentenze, non del tutto positive;

- in particolare, il Giudice pur riconoscendo “la sussistenza della giurisdizione della Corte dei Conti” e, soprattutto, che “il comportamento dilatorio dell’amministrazione pubblica risulta oggettivamente sussistente”, ritiene inammissibile il ricorso poiché “i ricorrenti sono, all’attualità, carenti di interesse a ricorrere, essendo gli stessi in servizio”: cioè, da un lato, afferma che “sia la domanda principale dei ricorrenti che quella risarcitoria, sono sostenute da un evidente interesse”, dall’altro, però, rileva che le predette domande “mancano del requisito dell’attualità, poiché nel lasso di tempo necessariamente intercorrente tra la fase attuale e la data del loro collocamento a riposo sono ipotizzabili successivi interventi di settore in materia previdenziale, che renderebbero la presente pronuncia inutiliter data”.

- il Giudice ritiene che l’invocato diritto dei ricorrenti a vedersi calcolare il trattamento pensionistico secondo il sistema retributivo sino all’effettiva attuazione della previdenza complementare, potrà essere valutato in sede giudiziale solo se e al momento in cui gli stessi avranno titolo a pensione, ovvero, in occasione della domanda di pensione o della liquidazione della pensione stessa (vd.: Corte dei Conti Marche, sent. n. 10/2017).

Pertanto, gli unici che in questo momento possono validamente adire (con un nuovo ricorso) la Magistratura contabile per far censurare quest’illegittimo inadempimento da parte delle Amministrazioni tenute all’istituzione della c.d. Previdenza complementare/integrativa sono solo gli appartenenti al Comparto sicurezza e difesa (Carabinieri, Forze Armate, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Polizia Penitenziaria) che – come nel Suo caso – sono stati già posti in congedo e stanno percependo una pensione calcolata secondo il sistema “misto” o “contributivo puro” (retributivo fino al 31.12.1995 e/o contributivo dall’01.01.1996).

Trovandosi in queste condizioni, per poter aderire al ricorso in oggetto dovrà – una volta scaricati i documenti dai link sottostanti – compilare e firmare, in originale, negli appositi spazi ivi indicati, la Lettera di trasmissione, la Scheda contenente i dati personali, la Procura speciale e l’Istanza (a provvedere in sede amministrativa); ed eseguire il Bonifico richiesto.

Dovrà poi spedire, entro il 30 aprile p.v., con Raccomandata A/R, allo:



Studio Legale Mandolesi

Avv. Roberto Mandolesi

Via Paolo Emilio n. 34

00192 Roma



Il Fondo spese da Lei dovuto per la trattazione della pratica, sia in sede stragiudiziale che giudiziale, è pari 400,00 (quattrocento) euro.

La predetta somma, già comprensiva del CPA (4%), dell’IVA (22%) e delle spese di notifica, dovrà essere corrisposta mediante bonifico da accreditare sul conto corrente BNL - Roma, intestato a “Avv. Roberto Mandolesi”, avente le seguenti coordinate bancarie:
Ettore63
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 46
Iscritto il: sab feb 28, 2015 2:21 pm

Link sponsorizzati

Re: Ricorso pensione già congedati

Messaggioda Deny77 » mer apr 12, 2017 7:18 pm

Buonasera Ettore,
io ho aderito a tutti i ricorsi del legale in questione e continuerò a farlo perché credo (parere personale) che sia il migliore in questo campo. Sulla previdenza complementare, che interessa molto anche a me in quanto sono nel contributivo puro, per me sta facendo il possibile ed anche di più! Solo che si è trovato di fronte ad orientamenti discordanti del TAR (dovuti anche a ricorsi di altri legali sullo stesso tema), il quale poi si è dichiarato incompetente a trattare il tema del "risarcimento danni". In sostanza, ha detto: 'Avete pienamente ragione a lamentarvi del mancato avvio (DA 21 ANNI) della previdenza complementare, ma per il risarcimento danni dovete chiedere alla Corte dei Conti perché è materia pensionistica.
Quindi il legale ha presentato un ricorso alle varie Corti dei Conti regionali e, le prime ad emettere sentenza sono state quelle di Toscana e Marche. In poche parole hanno risposto entrambe: [i]"'Avete pienamente ragione a lamentarvi del mancato avvio (DA 21 ANNI) della previdenza complementare, ma non siamo in grado di prevedere un danno futuro che si concretizzerà solo all'atto del congedo. Non possiamo quantificare un danno dovuto al mancato avvio dei fondi mentre il militare è ancora in servizio". [/i]
Quindi, Ettore, visto che la Corte dei Conti praticamente lascia spazio ad un accoglimento per chi è già congedato, ed in quel caso quindi potrebbe quantificare il danno, io aderirei anche a questo ricorso.
Io sulla questione previdenza complementare andrò fino in fondo, anche fino alla CEDU, perché è un'assoluta vergogna che dopo 21 anni non sia stata ancora avviata. Inoltre, andrò fino in fondo anche sul risarcimento danni perché lo scopo di questo 'secondo pilastro previdenziale' introdotto dalla Legge Dini era proprio quello di colmare il gap dovuto al sistema contributivo puro.
Spero di non averti annoiato! Ciao
Deny77
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 17
Iscritto il: mer apr 12, 2017 6:50 pm

Re: Ricorso pensione già congedati

Messaggioda Ettore63 » mer apr 12, 2017 8:32 pm

Ciao, non mi hai annoiato...anzi sei stato molto esplicativo.
Ettore63
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 46
Iscritto il: sab feb 28, 2015 2:21 pm

Re: Ricorso pensione già congedati

Messaggioda Deny77 » gio apr 13, 2017 2:02 pm

Ettore63 ha scritto:Ciao, non mi hai annoiato...anzi sei stato molto esplicativo.


Ettore, l'unica cosa che farei è chiedere all'Avvocato, oltre alle spese che già sai, quale percentuale percepirà in caso di vittoria.
Ciao!
Deny77
Attività iniziale
Attività iniziale
 
Messaggi: 17
Iscritto il: mer apr 12, 2017 6:50 pm

Re: Ricorso pensione già congedati

Messaggioda Ettore63 » gio apr 13, 2017 2:59 pm

Ciao ecco il tutto:

Il Fondo spese da Lei dovuto per la trattazione della pratica, sia in sede stragiudiziale che giudiziale, è pari 400,00 (quattrocento) euro.
In caso di esito negativo del ricorso, Lei non dovrà corrispondermi ulteriori somme di denaro a titolo di compensi professionali.

In caso di accoglimento del ricorso, invece, in aggiunta al fondo spese già versato, Lei si impegna a corrispondermi, a saldo delle competenze dovute, il 20 per cento di quanto percepito (al netto) in più - in un solo anno - rispetto alla pensione attualmente in godimento
Ettore63
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 46
Iscritto il: sab feb 28, 2015 2:21 pm

Re: Ricorso pensione già congedati

 


Torna a CARABINIERI






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 10 ospiti

CSS Valido!