Link sponsorizzati

privilegiata una tantum

privilegiata una tantum

Messaggioda fernando62 » lun mar 13, 2017 3:51 pm

Buongiorno
Sono da poco in pensione. Nel 1994 mi è stata riconosciuta una causa di servizio. Il verbale cita è ascrivibile alla tabella "B" nella misura minima. La mia domanda è: mi spetta la ppo una tantum?? All'epoca mi era stato riconosciuto equo indennizzo, regolarmente percepito. Ringrazio fin d'ora per le vostre risposte


Link sponsorizzati
fernando62
Disponibile
Disponibile
 
Messaggi: 36
Iscritto il: lun giu 03, 2013 9:08 pm

Link sponsorizzati
  • Condividi su
  •   Vuoi avere più possibilità di risposta? Condividi questa pagina!
      

Re: privilegiata una tantum

Messaggioda gino59 » lun mar 13, 2017 10:18 pm

fernando62 ha scritto:Buongiorno
Sono da poco in pensione. Nel 1994 mi è stata riconosciuta una causa di servizio. Il verbale cita è ascrivibile alla tabella "B" nella misura minima. La mia domanda è: mi spetta la ppo una tantum?? All'epoca mi era stato riconosciuto equo indennizzo, regolarmente percepito. Ringrazio fin d'ora per le vostre risposte

=======================================
L’assegno rinnovabile (art. 68 cit. d.P.R.) è di importo uguale alla pensione privilegiata ed ha durata da due a sei anni in relazione al tempo previsto per il miglioramento dell’infermità (comma 1 cit. art. ).
Alla scadenza, l’infermità può essere ancora ritenuta migliorabile o non più suscettibile di miglioramento; se è ritenuta non più migliorabile ed è ascrivibile a categ. della tab. A, spetta la pensione privilegiata, se è ascrivibile alla tab. B, spetta l’indennità una tantum; se è ancora suscettibile di miglioramento ed è ascrivibile a categ. della tab. A, "spetta un secondo assegno rinnovabile che, insieme al precedente, non superi la durata di sei anni; se il precedente sia durato sei anni, spetta la pensione" (comma 2 cit. art. ); alla scadenza del secondo assegno rinnovabile, spetta o meno la pensione o l’indennità a seconda della ascrivibilità o non ascrivibilità nelle tab. A e B. (comma 3 cit. d.P.R.).
Se si riscontra miglioramento e quindi non può farsi luogo ad ascrizione a tabelle, non spetta alcun trattamento privilegiato (cit. comma 2); se per miglioramento l’infermità è ascrivibile a categ. inferiore alla prima, il trattamento economico in godimento è mantenuto per due anni, alla scadenza dei quali viene corrisposto il trattamento corrispondente alla categ. inferiore di ascrizione (comma 4 cit. art. ).
La rinnovabilità dell’assegno è al massimo di quattro anni per le infermità ascrivibile alla tab. E cit. legge n. 313/1968 con superinvalidità (comma 4 cit. art. ).
Nel caso in cui alla scadenza dell’assegno non può essere corrisposta la pensione privilegiata o l’assegno rinnovabile, "il militare che abbia compiuto la necessaria anzianità di servizio consegue la pensione normale dal giorno della scadenza dell’assegno rinnovabile" (comma 5 cit. art. ).
L’indennità una tantum è pari a una o più annualità della pensione di ottava categoria, con un massimo di cinque annualità, secondo la gravità della menomazione fisica (art. 69, comma 1, cit. d.P.R.); l’indennità è cumulabile con la pensione privilegiata e con l’assegno rinnovabile per infermità ascrivibile alla tab. A, ma la somma dei due trattamenti non può essere superiore a quello stabilito per la ottava categ. tab. A.


Link sponsorizzati
Immagine
gino59
Veterano del Forum
Veterano del Forum
 
Messaggi: 9556
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm


Torna a CARABINIERI






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Darluc e 18 ospiti




CSS Valido!