Link sponsorizzati

INPS-AL VIA RICALCOLO DELLE PENSIONI

INPS-AL VIA RICALCOLO DELLE PENSIONI

Messaggioda avt8 » mar mar 14, 2017 3:40 pm

L'Inps dà il via al ricalcolo sulle pensioni. Un'operazione che riguarderà migliaia di pensionati con alcune caratteristiche ben precise.


Come riporta pensionioggi.it, l'istituto di previdenza sociale in questo momento sta effettuando due tipi di calcolo. Il primo applica il sistema contributivo a partire dall'anno 2012, l'altro invece apllica in modo integrale il sistema retributivo. L'obiettivo finale è quello di confrontare i due calcoli e poi erogare la pensione con una cifra più bassa. Ma facciamo chiarezza su questo punto. Innanzitutto è bene capire su quali assegni e per quali pensioni scattano i ricalcoli. Il ricalcolo scatta per tutti i lavoratori, dipendenti e autonomi che dal 2012 hanno sommato nel calcolo della pensione sia il sistema contrbutivo che quello retributivo. Nel rcalcolo rientrano tutti coloro che al 31 dicembre 1995 avevano 18 anni di contrbuzione. Per ricalcolare l'assegno vengono effettuate due procedure. Con la prima bisogna determinare l'importo della pensione con le regole di default, ovvero con il retributivo fino al 2012 e con il sistema contributivo fino al 2012. La seconda procedura invece prevede la verifica dell'assegno che sarebbe stato erogato applicando in modo integrale il retributivo anche dopo il 2011. Se il valore del calcolo con le norme attuali sarà inferiore rispetto al retributivo, la pensione non subirà sforbiciate. Nel caso in cui ci sia una differenza allora verrà applicato l'importo con il ricalcolo.


Link sponsorizzati
avt8
Esperto del Forum
Esperto del Forum
 
Messaggi: 1744
Iscritto il: gio gen 30, 2014 9:36 pm

Link sponsorizzati
  • Condividi su
  •   Vuoi avere più possibilità di risposta? Condividi questa pagina!
      

Re: INPS-AL VIA RICALCOLO DELLE PENSIONI

Messaggioda AntonioPE » mer mar 15, 2017 9:58 am

IL CALCOLO DOVREBBE ESSERE EFFETTUATO + O – IN QUESTO MODO??
ESEMPIO:
Arruolato 15/6/1979, al 31/12/1995 sono AA21 MM6 GG16
accesso al pensionamento anticipato ( anni 41 e mesi 10 ) a decorrere dal 16/04/2016 comprensivo di F.M. e speranza di vita ( ultimo giorno di servizio il 15/04/2016) .
* importo dell’assegno pensionistico spettante :
1° calcolo legge n. 214/2011 ( Fornero )
dal 15/6/79 al 31.12.2011, pari ad anni 37 mesi 06 giorni 16 ) - calcolo sistema retributivo = € 31000
dal 01.01.2012 al 15/4/2016 ultimo giorno di servizio ( pari ad anni 04 mesi 3 giorni 14 ) - calcolo sistema contributivo = € 5.500
importo pensione 31000+5500 = 36500
2° calcolo legge ante Fornero)
dal 15/6/1979 al 15/4/2016 ultimo giorno di servizio ( pari ad anni 41 mesi 10 giorni zero)- calcolo sistema retributivo = € 34000;
In questa ipotesi, l’assegno di quiescenza che sarà posto in pagamento è pari a € 34000
( C ) quello cioè di importo inferiore


Link sponsorizzati
AntonioPE
Consigliere
Consigliere
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun ott 29, 2012 1:13 pm

Re: INPS-AL VIA RICALCOLO DELLE PENSIONI

Messaggioda AntonioPE » mar mar 21, 2017 11:55 pm

Mi sono ricordato che avt8 aveva postato questo argomento ed io avevo inserito un esempio del doppio calcolo, ma solo come esempio. Mi sono anche ricordato che la circolare INPS 1180 del 15/3/2016, illustrava le modalità del doppio calcolo ma, specificava che per il momento era escluso il comparto militare.
Leggendo la circolare, esso riporta:
Il doppio calcolo è effettuato nei due modi:
- ai sensi della legge 214/2011”, nel caso in cui la pensione sia stata calcolata senza l’applicazione della legge 190/2014;
- in attuazione dell’art. 1, comma 707, della legge 23 dicembre 2014 n. 190”, nel caso in cui la pensione sia stata calcolata con l’applicazione della legge 190/2014 .

Ma al comparto difesa-sicurezza la legge 214/2011 (cd.legge Monti-Fornero) non si applica in quanto siamo ancora disciplinati dal D.Lgs 165/97, per cui, ritengo che il doppio calcolo a noi militari non dovrebbe (uso il condizionale) essere applicato, anche dal fatto che sono interessati dal tetto solo coloro che cessano con un'anzianità anagrafica elevata e con retribuzioni medie superiori a circa 46mila euro annui (magistrati, avvocati dello stato, professori universitari, dirigenti, e alte cariche dello stato che lasciano il servizio ad età avanzate con retribuzioni anche di 100mila euro lordi annui).


Link sponsorizzati
AntonioPE
Consigliere
Consigliere
 
Messaggi: 721
Iscritto il: lun ott 29, 2012 1:13 pm

Re: INPS-AL VIA RICALCOLO DELLE PENSIONI

Messaggioda gino59 » mer mar 22, 2017 12:44 am

Pensioni: ok dell’INPS per ricalcolo con il criterio del “doppio calcolo”

icon calendar 29 Aprile 2016 - 16:19 icon person Giuseppe Guarasci
Pensioni: ok dell'INPS per ricalcolo con il criterio del “doppio calcolo”
L’INPS comunica, con recente messaggio, di aver concluso la trattazione di una prima tranche di pensioni delle gestioni private ricalcolate con il criterio del “doppio calcolo”.
CONDIVIDI
Con messaggio n. 1839 del 27 aprile 2016 l’INPS comunica di aver concluso la trattazione di una prima parte di pensioni delle gestioni private aventi una anzianità inferiore a 2080 contributi settimanali al 31 dicembre 2011 e illustra i criteri di elaborazione adottati e che rimarranno validi anche per le ulteriori lavorazioni, in corso di svolgimento.
Tale messaggio arriva dopo che lo stesso Istituto aveva precedentemente spiegato le modalità di ricalcolo delle pensioni effettuato secondo il criterio del doppio calcolo.

Ecco tutte le recenti novità spiegate nel messaggio in materia di pensioni delle gestioni private ricalcolate con il criterio del «doppio calcolo».

Le pensioni ricalcolate con il criterio del doppio calcolo
Con il messaggio di ieri l’INPS comunica di aver concluso la trattazione di una prima tranche di pensioni delle gestioni private aventi una anzianità inferiore a 2080 contributi settimanali al 31 dicembre 2011 ricalcolate con il criterio del doppio calcolo.
In tale messaggio l’Istituto si occupa inoltre di illustrare i criteri di elaborazione che rimarranno validi anche per le ulteriori lavorazioni di pensioni, in corso di svolgimento.
Nello specifico, per le pensioni oggetto di lavorazione, il ricalcolo con il criterio del doppio calcolo può confermare l’importo attualmente in pagamento, o modificare l’importo a decorrere dal 1° gennaio 2015.

Importante specifica riguarda il fatto che la ricostituzione opera dalla decorrenza originaria, e le procedure:

effettuano il ricalcolo della pensione dalla decorrenza originaria affiancando il calcolo ex comma 707 al calcolo in essere ai sensi della legge 214/2011;
individuano il risultato di importo minore.
Nel caso in cui risulti minore il calcolo, vengono portate avanti in modalità parallela entrambi i calcoli di pensione quindi:

fino alla mensilità di dicembre 2014 continuerà ad essere garantito il calcolo in base alla legge 214/2011;
dal 1° gennaio 2015 verrà attribuito l’importo del comma 707.
Altri dettagli forniti dall’INPS nel messaggio riguardano le modalità procedurali per gli operatori di sede.

Specifica fondamentale invece riguarda gli interessati del ricalcolo delle pensioni effettuato secondo il criterio del doppio calcolo, ai quali viene inviata la comunicazione di ricalcolo e la notifica del debito con il modello TE08IND.

Le istruzioni per il doppio calcolo delle pensioni
L’INPS con precedente messaggio illustrava pure i criteri per la quantificazione dell’anzianità contributiva utile al calcolo retributivo con il criterio del doppio calcolo di cui al citato comma 707.
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Specificando che sono escluse dal ricalcolo con il criterio del doppio calcolo le seguenti pensioni:
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
di categoria 024 FS ed ex IPOST, 048–ES, 051–ET, 057–DZ, 063-EL, 037–PM, 040-PMS;
del comparto militare;
di spettacolo e sport;
in convenzione internazionale;
corrisposte alle vittime del terrorismo;
in totalizzazione e cumulo.
In pratica, ai fini dell’individuazione dell’importo di pensione da porre in pagamento con il doppio calcolo a partire dal 1° gennaio 2015, le procedure effettuano i due calcoli: sia con l’applicazione della legge 214/2011, sia con l’applicazione del comma 707 legge 190/2014.
Una volta eseguiti i calcoli il sistema stesso, individua quindi l’importo che risulta minore alla data di decorrenza della pensione.


Link sponsorizzati
Immagine
gino59
Veterano del Forum
Veterano del Forum
 
Messaggi: 9368
Iscritto il: lun nov 22, 2010 11:26 pm


Torna a CARABINIERI






 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], dominic60, FaceBook [Linkcheck], MalcomX, Yahoo [Bot] e 29 ospiti




CSS Valido!